PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Certe notti

Chino lo guardo su lo snervo corpo
Entro tormenti d'un giorno selvaggio
Regna sovrana 'na stizza padrona.
Tutto n'oscuro, uno spazio incupito
Erge lamento a la notte sì sorda.

Nomade scorro percorso inesplòro
Occhio visioni, vivace scenario.
Tutto accantona l'acuto patema
Tutto assassina l'avverso nocivo:
Il solo strazio... ne lo spento vano!

 

10
14 commenti     14 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

14 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Salvatore Masullo il 26/05/2013 14:40
    Inquietudini ben rappresentate durante "certe notti", quando tutto e snervante e snervato. Ed il buio accresce quella sensazione di spegnimento che t'assale. Bei versi che ben rappresentano le sensazioni provate. Mi è piaciuta molto!
  • giuliano cimino il 15/05/2013 00:06
    stile da vendere, emozioni anche, il cuore aperto in una notte di scrittura
  • Anonimo il 14/05/2013 17:53
    Ottimo Acrostico. Quando non si dorme di notte è un vero incubo!
    Bravo Rocco!
  • Raffaele Arena il 14/05/2013 09:39
    Esprimi tutta la difficoltà del momento che stai vivendo, mi pare, nel tuo timbro stilistico.
  • Alessandro il 13/05/2013 23:52
    Diligentemente stilato, apparato linguistico vastissimo.
  • Anonimo il 13/05/2013 19:05
    Un acrostico introspettivo davvero bello che descrive il travaglio di CERTE NOTTI, elogiate mediante versi aulici e sonanti, per l'anima del lettore.
  • Don Pompeo Mongiello il 13/05/2013 17:28
    Un serto de lauro per questa tua eccelsa davvero!
  • viola il 13/05/2013 17:03
    Versi scritti con la bravura di sempre.. anche se tristi.
    Ti auguro tanta felicità nel tuo futuro... te la meriti.
  • loretta margherita citarei il 13/05/2013 16:05
    splendido acrostico, applausi di cuore, amico caro
  • Alessandro Moschini il 13/05/2013 13:49
    Molto bella e accompagnata da una eccellente musicalità.
  • roberto caterina il 13/05/2013 08:44
    Certe notti sono così incerte, spazi incupiti che espongono al disagio e al ricordo come nella celebre canzone di Ligabue.
  • vincent corbo il 13/05/2013 08:39
    Un acrostico ben costruito, trasmette un senso di disagio e travaglio interiore.
  • Vincenzo Capitanucci il 13/05/2013 07:14
    Nella notte così sorda... si erge un lamento... con voce sovrana...

    Splendida Michele.. ed io percorro... le visioni dei miei occhi...
  • Anonimo il 13/05/2013 07:07
    Bellissima descrizione del travaglio fisico e interiore che la notte acuisce col suo silenzio e con la solitudine che ci mette a tu per tu con i nostri reali problemi.
    Ottimamente forgiata e profonda. Bravissimo Rocco!

14 commenti:

  • essen rosa il 29/05/2013 18:04
    molto efficace e bella questa tua.. complimenti
  • Fabio Magris il 26/05/2013 22:49
    Mi ci aggiungo a plaudire un acrostico d'autore che contiene grande sofferenza, trasmessa in modo pacato ma efficace.
  • Ugo Mastrogiovanni il 17/05/2013 10:21
    Cosa dire? M'inchino.
  • Gianni Spadavecchia il 17/05/2013 06:23
    Bei versi che si uniscono tra loro formando questo delizioso acrostico.
  • Nicola Lo Conte il 15/05/2013 18:20
    Certe notti! Ma poi viene sempre il mattino!
  • Maria Rosa D. il 15/05/2013 14:52
    Un acrostico scorrevole per descrivere una notte insonne. Molto bravo. Ciao.
  • - Giama - il 14/05/2013 22:39
    Ottimo fluire dei versi, pregevole la trama che gli stessi tessono fino a realizzare questo prezioso chador per la tua Poesia...

    Complimenti!
    Ciao Gia!
  • Anonimo il 13/05/2013 19:06
    Un lessico fortemente espressivo arricchisce la struttura portante del testo. Un ritmo vivace allegro e brioso trascina il lettore nell'emozione dell'autore. Stupenda la chiusa...
    Il solo strazio... ne lo spento vano
    Complimenti...
  • stella luce il 13/05/2013 12:06
    un acrostico che descrive il dolore di "certe notti" ... bravissimo
  • Anonimo il 13/05/2013 11:29
    scusa il refuso rocco era "lo strazio..."
  • Anonimo il 13/05/2013 11:28
    alcune notti tutto diventa insopportabile, ogni emozione si amplifica e ci tormenta! ci sono notti che i nostri pensieri non possono evitare di bussare al nostro cuore e veniamo presi dall'angoscia, dalla voglia di scappare via! molto bella Rocco un abbraccio
  • Anonimo il 13/05/2013 11:05
    acrostico superbo e bello che descrive il travaglio di certe notti... dove il buio ed il silenzio aumentano di strazio interiore... bellissima rocco applaudo
  • karen tognini il 13/05/2013 09:08
    Bellissima Rocco... la notte è sorda.. ma non il tuo cuore...
  • Anonimo il 13/05/2013 07:20
    Certe notti... quando l'animo non ha serenità ed i più piccoli problemi diventano enormi, di contro ad altre che accompagnano e coprono di velluto la tranquillità. Bravissimo!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0