username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Riessere le stelle del giorno

Con un pugno scarso di parole ed un po' di "riso"

Sì "Sior"
mi cascassero le ali se mento

non c'è nessun alimento miglior più gioioso e salubre per manifestare l'io comico del cosmico

aggiungendo un "proprio" accento personale alla francese in amor cortese ed una h muta in lingua d'oca

oh riò

"cerco"
e ho

un consono passaggio in versi fra le vocali stellate di una "notte" inversa

oh Te

mio redento giorno mio infinito sole

 

4
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 15/05/2013 09:06
    SERENA GIORNATA VINCÈ

5 commenti:

  • Alessandro il 16/05/2013 00:15
    Surreale e aulica al tempo stesso.
  • - Giama - il 15/05/2013 21:24
    Geniale, specie la parte finale!!
    un consono passaggio in versi fra le vocali stellate di una "notte" inversa

    oh Te

    mio redento giorno mio infinito sole

    Grandissimo!
    Ciao Gia
  • Rocco Michele LETTINI il 15/05/2013 09:02
    CHE AUREA CORONA IL VERSO DI CHIUSA... L'INCANTO NELL'INCANTO VINCÈ
  • karen tognini il 15/05/2013 07:32
    Il solito geniaccio... Bravissimo! oh Te

    mio redento giorno mio infinito sole
  • bruno guidotti il 15/05/2013 06:43
    Carissimo Vincenzo, le tue poesie mi piacciono e mi spiazzano. Mi dirai perche? Presto detto, sono troppo intelligenti, e io a quanto pare, nelle ore primiere del giorno, difetto nella carbuazione. CIò non mi fa onore, ora la rileggerò soffermandomi nelle rime finali...?? Ci dovrò riflettere. Ciao, Bruno.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0