accedi   |   crea nuovo account

San Lorenzo. A Valentina

Refrigerio sulle palpebre
nell'oscurità trepida
come il calco del tuo ricordo
tra gli scherni del dolore.

La mia dimora
l'ho data alle fiamme,
alla passione che logora l'aria
mentre bagliori a San Lorenzo
si donano alla terra...

E così l'ho raccolto
il tuo richiamo:
ho ceduto l'anima
a quei barlumi celesti...

Forse hai potuto vedermi,
blandire il mio travaglio
e accogliermi nella pace
con la tua serafica pietà.

 

1
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Angela Lombardi il 11/09/2007 08:45
    Signor Fornasini, probabilmente ha ragione... credo sia molto difficile contemplare uno spirito soave, un'anima dolce che nella Vita amava e lo faceva con tutta se stessa. Aveva 20 anni quando ha lasciato questa Terra, c'ero anch'io... purtroppo io mi sono risvegliata e lei è andata via, in silenzio... un silenzio che mi corrode per ogni giorno in più che trascorro qui, a guradare il cielo...È difficile omaggiare la mia più grande Amica, la mia Guida più saggia, il mio Affetto più sincero perchè sto ancora "dormendo" e attendo... Grazie della Sua sincerità

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0