username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Esule

Come un giaciglio di polvere e stelle
quella vecchia soffitta scoperchiata.
Sedevo; sale asciutto sulla pelle,
negli occhi pece nera, in gola il vetro.

Posavo sul ricordo d'ogni male
con l'universo sopra e il nulla dietro
le spalle; solo l'erba al funerale
d'una promessa già dimenticata.

 

l'autore Alessandro ha riportato queste note sull'opera

Piccoli accenni a Montale.


3
7 commenti     9 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

9 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 21/05/2013 22:28
    si, condivido gli interventi precedenti e l'accenno a Montale... versi direi quasi geometrici, che non offuscano però l'intensità del tutto..
  • Arcturus il 21/05/2013 15:38
    Come sempre molto musicale. Versi suggestivi. Un giaciglio di polvere e stelle... molto bella.
  • Anonimo il 19/05/2013 19:02
    Fotografia di uno stato d'animo ESULE, in una similitudine poetica ben riuscita. Opera apprezzata e piaciuta!
  • Salvatore Masullo il 19/05/2013 16:11
    Poesia nel tuo apprezzato ed inconfondibile stile! Bei versi, con cadenza metrica studiata che danno al cuore e all'anima soddisfazione nel leggerle. Bravo!
  • Anonimo il 19/05/2013 09:27
    ... credo non ci fosse neppure bisogno della nota,
    sei stato molto montaliano
    ma hai anche saputo imprimere
    il tuo marchio di originalità.
    Grande poesia,
    complimenti...
  • - Giama - il 17/05/2013 14:00
    Ottimo il ritmo dato dalla scelta metrica e dall'uso della punteggiatura: pause giustamente evidenziate.
    Forte il colore trasmesso dai versi.

    Complimenti per l'opera
  • silvia leuzzi il 16/05/2013 12:57
    Bada il mio Alessandro, molto intensa e, pur risentendo dell'influenza montaliana, resta a mio avviso una lirica tutta tua e di nessun altro. Bravo mi è molto piaciuta Ciao
  • Anonimo il 16/05/2013 12:46
    Bellissima Alessandro, mi fa venire in mente i quadri di Dalì!
  • Rocco Michele LETTINI il 16/05/2013 12:42
    Endecasillabi perfetti che scandiscono mirabilmente l'esule pensiero de l'autore oltre il surreale costrutto.

7 commenti:

  • Anonimo il 26/05/2013 13:43
    Bella poesia. Ritrovo me stessa in questi versi. ciao
  • stella luce il 19/05/2013 16:22
    versi molto malinconici... un esule a cui resta solo il cielo e l'erba come come funerale...
  • Don Pompeo Mongiello il 18/05/2013 19:44
    Un lauro cingo su lo capo tuo per questa tua bellissima!
  • Gianni Spadavecchia il 18/05/2013 06:29
    Bellissimi versi. Intensi nella lettura.
  • Anonimo il 17/05/2013 20:26
    molto bella ale sei bravissimo... intensa lirica...
  • Falco libero il 17/05/2013 14:27
    Intensa e bella. Poesie che si leggono poco ma piene di concetti essenziali.
    Bravo
  • - Giama - il 17/05/2013 13:58
    Condivido l'intensità dei versi, molto bella!

    ciao G

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0