accedi   |   crea nuovo account

Il vento

Il vento


Camminavo per le strade della città morta
Il silenzio mi faceva da spalla
Nulla... nulla mi aspettavo, più nulla
Il vuoto mi riempiva il cuore
come lo smog di questa città inquinata


Ho visto... tante speranze a morire
Ho visto... me stessa sparire

Ho camminato senza fermarmi a lungo
per i sentieri bui e senza destino
Cercavo più nulla, rassegnata, arresa

Un giorno normale ho incontrato il vento
Ha smosso la polvere dai marciapiedi
Ha smosso le nuovole, la pioggia, il buio...

Un brivido violento, un brivido selvaggio..

Fu il vento del deserto a farmi paura?


Coperto il volto... coperto il cuore

No... non era il vento...
Fu soltanto il tuo sorriso

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • luca il 17/05/2013 13:45
    amore e elementi naturali la più classica delle similitudini e metafore eppure così ben strutturata... piaciutissima

3 commenti:

  • Tramontana il 17/05/2013 21:07
    Grazie, siete troppo buoni, aspetto sempre la verità amici
  • Alessandro il 17/05/2013 18:44
    Anafore, metro frammentato, sensazioni come folate improvvise.
  • augusta il 17/05/2013 14:09
    condivido il commento di luca... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0