PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Delicata ossessione.

La solitudine
infierisce e graffia
con crampi di stelle
la mia pelle arsa
dal vuoto.
E tu,
scoppi in me
in delicata ossessione...

Fame:
un gusto acre
così familiare.

Se ci tocchiamo saremo soli
come prima,
ma io so quanto vorrei
appoggiarmi.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

15 commenti:

  • Alessandra il 14/09/2014 20:44
    Esprimi davvero molto bene con parole semplici la solitudine.. davvero molto bella
  • Maria Lupo il 20/11/2007 01:37
    Bella.
    Anche l'ossessione è un modo di affrontare la solitudine e questo lo hai espresso molto bene.
  • Diana Moretti il 09/09/2007 16:59
    Ivan non ho ben afferrato se ti riferivi alla poesia o al commento che avevo lasciato..
  • Ivan Benassi il 08/09/2007 19:00
    Non si può dire che tu vada in cerca di facili consensi...
  • Diana Moretti il 02/09/2007 22:04
    Per Simone: quando si sente che qualcosa manca terribilmente nella nostra vita è come avere dei crampi di fame ma non trovare niente intorno.. e cominci ad accontentarti di qualsiasi cosa.. nel caso della solitudine magari ci si attacca a qualsiasi cosa o persona che possa essere o solo sembrare positiva per rimanere a galla e stare meglio...
  • Riccardo Brumana il 02/09/2007 19:43
    grazie Diana è bello sapere che nel tuo cuore c'è rimasto un posticino per me e comunque il piacere è tutto mio!
  • Simone Sansotta il 02/09/2007 13:33
    Ermetica al punto giusto, però mi spieghi i crampi di stelle?
  • Diana Moretti il 02/09/2007 13:30
    Veramente Vittorio ho preso atto del tuo giudizio ma non avevo niente da rispondere e non ho trovato nessuna domanda rivoltami nel tuo commento...
  • Diana Moretti il 02/09/2007 13:13
    Ben tornato Riccardo.. Ciao. Dia
  • Riccardo Brumana il 02/09/2007 04:06
    molto passionale e romantica al tempo stesso. bravissima.
  • SILVANO DOLCI il 22/08/2007 12:29
    Profondo ed ossessionante il tuo sentimento.
  • laura cuppone il 15/08/2007 21:47
    contorta, passionale, profonda... intima.
    personale e crudele quasi... nella sua immediatezza..
    la fame poi, che tu descrivi, non si sazia che con un tocco... ma l'abitudine al digiuno diventa quasi una triste regola... una delicata ossessione.
    bella.. ciao L
  • Antonio Pani il 13/08/2007 14:29
    Complimenti, toccante, intensa e profonda. "E tu, scoppi in me..." un verso da brividi, che ho sentito in modo importante. Brava, grazie per la tua attenzione, a rileggersi, ciao.
  • Diana Moretti il 12/08/2007 19:49
    Grazie Sara per ogni tuo commento.. Dia
  • sara rota il 12/08/2007 15:16
    Si cerca sempre un appoggio quando ci si sente tristi e soli, ma purtroppo l'appoggio che si vorrebbe avere non sempre è lì accanto a noi... Ecco quindi che la tristezza si fa ancora più pesante, sembra insuperabile... la pazienza e la costanza, ma soprattutto la speranza ci tolgono questo velo di dolore per tornare presto a sorridere.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0