accedi   |   crea nuovo account

La frittata

De le ova
rompendo
co' l'aggiunta
de sale, pepe
e noce moscata,
un po' de pecorino o parmigian grattato
'na massa se forma
che docilmente
cadendola facere
in un po' de olio bollente
ne lo tegamino,
girandola e rigirandola poi,
fino a quando come lo sole
appare,
che vita e calore
dà.

 

7
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/05/2013 15:53
    La faccio stasera Don e ci aggiungo un pizzico di prezzemolo, ho delle uova freschissime!
    Bella Don!
  • Anonimo il 18/05/2013 15:38
    Una frittata di poesia... a me però piace con le cipolle. Buonissima don e non scordarti un bicchiere di buon vino rosso!
  • Rocco Michele LETTINI il 18/05/2013 13:41
    Per stasera andrebbe bene... tanta è la sua fragranza... Bel verseggio...
  • Vincenzo Capitanucci il 18/05/2013 13:11
    Omelette... lasciandola... un po' bavosa... all'interno... magari con il burro... invece che con l'olio... France-oblige...

    Bravo Don...è guardare quel meraviglioso... colore... leggermente dorato...
  • luca il 18/05/2013 12:45
    descrizione perfetta bravissimo don
  • Anonimo il 18/05/2013 11:38
    che buona ho l'acquolina in bocca... bravissimo

4 commenti:

  • Alessandro il 18/05/2013 17:50
    Ricetta in versi. Originale e saporita.
  • essen rosa il 18/05/2013 16:37
    .. e che ne sapeva una frittata di finire in un piatto di poesia..?.. ecco perche il ciglio della bocca apre attese di gusto.. bravo
  • Vincenzo Capitanucci il 18/05/2013 13:12
    se no... la frittata...è fatta... lol...
  • stella luce il 18/05/2013 11:39
    Basta anche una frittata x avere colore... buon sabato Don...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0