accedi   |   crea nuovo account

Un urlo nella notte

Adesso che tutto tace
sento la voce del mio silenzio
che spinge forte nell'anima...
urla e piange gocce di sangue
che stritolano l'esistenza,
crudele spietata
come la lava che scende a valle
[e le ceneri, volano lontano
a coprire tutto ciò che trova],
oh... destino crudele che fuggi sempre,
tento di rialzarmi e tu impassibile senza pietà
- m'affossi lasciandomi solo -

 

4
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 19/05/2013 08:49
    Quando si è lasciati soli proprio nei momenti in cui più si vorrebbe qualcuno accanto, due sono le cose che si possono fare: restare a terra a crogiolarci inutilmente in un dolore che sempre più ci debiliterà, oppure scoprire l'immensa soddisfazione di reagire, trovando <in noi stessi> la forza e la gioia legate unicamente a ciò che si è, a ciò che la nostra vita davvero può sostenere, guidare, allietare. Comunque vada.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/05/2013 06:36
    L'urlo del cuore che nessuno sente... Una poesia amica a lo mio notturno... IL MIO ELOGIO GIUSEPPE
  • Vincenzo Capitanucci il 19/05/2013 04:22
    Il dolore copre... tutto ciò che trova... anche i momenti più belli... sono un urlo nella notte..

    Molto bella... Giuseppe...

4 commenti:

  • Alessandro il 20/05/2013 16:55
    Suspense, tragicità, crudezza. Versi affilati come lame.
  • Anonimo il 19/05/2013 19:25
    Bella poesia, anche se intrisa di un certo pessimismo. Il destino secondo me non esiste e noi possiamo cambiarlo, perchè siamo esseri liberi. ciao
  • Nicola Lo Conte il 19/05/2013 12:01
    A volte la notte ed il buio ci mostrano una realtà peggiore di quella reale... magari, col ritorno della luce del sole, si aprono, per noi, nuovi spiragli di sogni.
  • Roberto Pellegrini il 19/05/2013 09:33
    Sinceramente io avrei tolto il passo : " urla e piange gocce di sangue".
    Troppo inflazionato, cmq apprezzata

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0