accedi   |   crea nuovo account

Strittele

Strettoia
che serviva per difesa
olio bollente
se passava il saraceno.
Esiste ancora
non ci arriva l'automobile
solo lo spazio angusto
per il gioco dei bambini
e di un panno steso ad asciugare.
Orgoglio di un popolo
che non dimentica
la forza di un abbraccio
l'importanza di un saluto
gretto, fiero e rinchiuso
nel tempo immutato
che non si è mai venduto.

 

5
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 28/05/2013 08:30
    Un lauro più che dovuto per questa tua eccelsa davvero!
  • Anonimo il 21/05/2013 13:41
    E non sono solo i vicoli a rimanere com'erano, ma anche la genuinità delle persone. bravo Antonio!
  • luca il 20/05/2013 19:48
    bellissimo memoriale poesia che deve restare nella storia, mi piace da matti letta e riletta

6 commenti:

  • Anonimo il 24/05/2013 10:50
    BELLA lirica... i vicoletti sono sempre caratteristici... una descrizione con dovizia di particolari molto sentita bravo anto...
  • laura il 21/05/2013 18:16
    Il ricordo che resta vivo! i vicoli, le persone tutto ciò che è stato e che anche oggi non si perde! "Orgoglio di un popolo
    che non dimentica
    la forza di un abbraccio
    l'importanza di un saluto
    gretto, fiero e rinchiuso
    nel tempo immutato
    che non si è mai venduto."
    i valori che restano nel tempo, un popolo con il suo orgoglio e la sua umanità! bella davvero Antonio... piaciuta tantissio complimenti
  • Anonimo il 20/05/2013 19:34
    I vicoli mi piacciono tanto, li visito volentieri... mi sembra di stare fuori del mondo. A parte i vicoli di Genova che sono molto belli e caratteristici... ma non girerei di notte!
    Bei versi Antò!
  • Anonimo il 20/05/2013 18:19
    ... come i vicoletti del mio paesino... ancora li vedo nel sogno. Anche qui c'è amore e orgoglio per la tua Terra. Bella bella, Antonio!
  • stella luce il 20/05/2013 17:50
    noi siamo il nostro passato. quelle viuzze sono rimaste anche se. ora hanno un uso diverso come diverse sono le persone ma che mantengono. in loro il. risultato del proprio passato... bei versi
  • loretta margherita citarei il 20/05/2013 15:51
    bella descrizione, complimenti antonio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0