accedi   |   crea nuovo account

Amori infranti (del femminicidio)

Coro:



"Se stai in silenzio e non chiedi aiuto
nessuno ti può dire che hai sbagliato
che non è l'uomo per te".



Sospesa, in alto, avvolta da una rada foschia

i miei occhi sono rivolti a te

sdraiata su un lettino

tante abili mani mi cercano per ridonarti la vita

adesso che il tuo corpo sfianchito si è arreso.



Io e te eravamo una cosa sola

io la tua anima tu il mio corpo.

il dolore ci ha lacerato

la violenza ci ha scempiato infine diviso.

Io dentro te, io che ti ho costretto ad amarlo



lui uomo affascinante dai modi gentili,

mi ha catturato con delle caramelle

a forma di cuore, parlandomi d'amore

e mentre mi deliziava

disegnava l'orizzonte, oltre c'era il dirupo



A poco a poco l'orizzonte si strinse a me

fino a soffocarmi e a farmi male

123

5
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • roberto caterina il 21/05/2013 15:57
    "... sopraffatta senza memoria" il tuo scritto fa luce su molti mali della nostra società e sulla sofferenza dovuta a tante situazioni di violenza.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/05/2013 14:31
    "Se stai in silenzio e non chiedi aiuto
    nessuno ti può dire che hai sbagliato
    che non è l'uomo per te".
    "A volte aprire la mente prima del cuore
    ci insegna a vivere
    in un mondo senza princìpi né principi
    ma soprattutto senza memoria".

    DUE RITORNELLI (CHE L'AUTRICE CHIAMA CORO)NELLA RIFLESSIONE PIU' SAGGIA CHE ESALTANO UN VERSEGGIO TOCCANTE NE LA SUA PROFONDA REALTA'...
  • Anonimo il 21/05/2013 14:00
    Bene hai detto che bisogna aprire la mente, prima del cuore. Ma non basta difendersi da se stessi, occorre anche che, la società maschilista, prenda coscienza dell'altro sesso e cominci ad averne rispetto come persona e non viverlo come un oggetto.
    Purtroppo, la nostra società è molto ambigua e ipocrita. Se poi aggiungiamo l'assenza del valore uomo, in quanto tale, allora tutto torna per essere rigettato.
    Bellissima poesia.

5 commenti:

  • Vincenza il 22/05/2013 11:49
    grazie per il vostro apprezzamento...
  • gio porta il 21/05/2013 18:23
    Tema drammatico, difficile da commentare. Mi piace.
  • augusta il 21/05/2013 16:11
    è quasi sempre la donna che paga... brava.. 1 beso
  • loretta margherita citarei il 21/05/2013 15:06
    questa esperienza l'ho vissuta, brava applausi
  • Anonimo il 21/05/2013 12:56
    Dialogo fra corpo e anima di DONNA... ingannata da Amore! Perfetta a far intendere cosa avviene sempre più spesso fra coppie "sbagliate" dove chi paga, fino all'estremo limite, è sempre la donna. Bella bella, Vincenza!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0