PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

L'Uomo senza età

L'uomo senza età
attraversò senza respirare le paludi fetide della mente

nel ginepraio del cuore lasciò alle spine i suoi bianchi vestiti

nudo
come un lombrico dal volto serpentino s'infiltrò in tutti i pori del corpo

riscoprendo
cordoni detonanti di stelle

nel calore infossato dell'Om-bellico la luce natale dell'anima

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 23/05/2013 12:07
    Nudo come un ombelico, rientrò nel verme dei pori e rinacque spina di stelle lucenti e fetenti.
    Bellissima rinascita Vincè!
  • Rocco Michele LETTINI il 23/05/2013 07:08
    QUANNO C'È AMORE... C'È IL CREATIVO DI QUESTA FANTASTICA POESIA... IL MIO ELOGIO VINCE'...

5 commenti:

  • Ada Piras il 26/11/2014 10:35
    Una rinascita, come sempre un'altra bellissima poesia.
  • Anonimo il 24/05/2013 09:37
    ... senza parole per un'opera meravigliosa!
  • - Giama - il 23/05/2013 21:29
    Geniale il primo passaggio "di liberazione" e poi il percorso quasi di diffusione del verbo, la luce, per dare alla luce appunto una nuova e pura anima...
    Ombellico con due elle fa molto sardo... Ottimo!
    Geniale in questa tua splendidamente espressa!
    Già
  • Anonimo il 23/05/2013 09:34
    solo spogliandosi da tutto ciò che é materiale si torna a riscoprire la vera luce dell'anima... la vera vita... scusa Vincè così mi é arrivata... BELLISSIMA
  • karen tognini il 23/05/2013 07:54
    Molto molto bella Vince... nel ginepraio del cuore vesti' le sue spine di purezza... rimase nudo.. riscopredo la vera luce dell'anima..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0