accedi   |   crea nuovo account

Ai nostri meravigliosi cantanti e alle strepitose battute di Salvatore Linguanti

Nell'ombra dell'ultimo sole
il pescatore pescò una rana pescatrice
saltata per nascondersi dal peccato su un ramo dai fiori di pesco

sembrava una maledetta primavera
tipo
Tu che ne sai di un accampamento nel grano se non hai mai guardato le stelle a fari nudi

mentre le piroghe della notte
andavano e venivano

in un zoo infernale dove il vengo anche io in paradiso diveniva sempre più raro

spuntò
come un sole
la lingua del Salvatore

a trasformare i dadi della sorte
in un delizioso "cacciucco" di pesce di un capitano ormai ciucco nel sugo di un ciuco

le passate di pomodoro in una estate dai pomi d'oro

e la vita e la morte

salendo su
più in alto del pensiero

presero
sfuggendo dalla prigionia del non senso

un senso universale

in un tempo divenuto ironicamente musicale

percependo nella mano di una zingara una linea d'Amore senza una battuta d'arresto

 

5
4 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 24/05/2013 16:49
    Lo Magno di lauro cinge lo capo tuo per questa tua encomiabile davvero!
  • luca il 23/05/2013 17:49
    mi piace moltissimo vincenzo, sei un vero poeta e hai anche i valori di tale, mi piace veramente tantissimo, bravo
  • Rocco Michele LETTINI il 23/05/2013 14:36
    IL MIO ENCOMIO DI STIMA E APPREZZAMENTO ARTISTICO A TE E A SALVATORE... IPER-PLAUSO
  • Anonimo il 23/05/2013 14:21
    Troppo onore Vincé, per uno che di battuta in battuta può esser preda d'una volpe astuta!
    Fortuna che son nato uomo e batto sul sito, se fossi stata donna, magari avrei battuto per strada e sarei stato pure compreso e apprezzato, come persona seria.
    Comunque, di battuta in battuta, con qualche sbattuta nel mezzo, continuiamo ad andare avanti, checché ne dicano tutti quanti che non apprezzano il Linguanti.
    Vincé, mi hai commosso per la tua simpatia, per il tuo apprezzamento sincero e per la tua amicizia.
    Grandissimo Vincé

4 commenti:

  • Anonimo il 23/05/2013 22:25
    Questa sì che è una bella macedonia poetica... tica.. tica
    A Siracusa c'è viale Tica; in quanto al poe... non c'era uno scrittore di nome Poe? Avete sentito che menestrelli ci sono stasera??? Finalmente un po' di musica. Non se ne poteva più di cor, amor, languor, pudor, spudor, stelle, padelle, frittelle, caramelle sdolcinatelle, coselle, quisquiglie, triglie... ma che sò mbriaca stasera?
  • - Giama - il 23/05/2013 21:41
    Ragazzi, non riesco più a starvi dietro...
    Ho il fiatone...

    Siete unici! Geniali,
    Vince un modello per tutto!

    Già
  • Anonimo il 23/05/2013 17:50
    Adoro i pazzi e bizzarri come lo siete Voi e avete una bellissima Anima.
    Io non so fare le battute come Salvatore... lo invidio per questo! Sapessi quante volte ridiamo per le battute che fa nei commenti!
    Bellissima Poesia Vincè e grazie per averla dedicata al nostro rompiscatole matto Salvatore!
  • karen tognini il 23/05/2013 17:08
    sei davvero fantasioso e un po' pazzerello.. geniale poeta...
    grande lirica per il nostroo simpatico Salvatore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0