PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il poeta

N'omo pe' la su' strada
va,
de cose sensate
ad alta voce
parla,
chi gesticolando
vo' fa' capì
che pazzo,
chi se ferma,
tace e ascolta
po' soddisfatto
plaude,
peccato che come quest'ultimi
pochi ne sono.

 

3
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • loretta margherita citarei il 23/05/2013 18:43
    bella riflessione bravo
  • luca il 23/05/2013 17:52
    bravissimo, se tu ti fermi per strada ed inizi a delirare, la gente non si sorprenderà, perchè sei un vero ed autentico poeta, bravo
  • Vincenzo Capitanucci il 23/05/2013 17:26
    Il Poeta un pazzo come pochi... ma chi sa ascoltarlo.. plaude...
  • Rocco Michele LETTINI il 23/05/2013 14:44
    ACCONTENTIAMOCI CHE CI SIAMO STIMATISSIMO DON... IL VERO È NEL POETA... APPRAZZATISSIMO VERSICOLATO...

2 commenti:

  • Anonimo il 23/05/2013 22:31
    Ormai sono tutti seri e ingrugnati... nessuno ride più e neanche canta e se per caso qualcuno canto lo prendono per matto... che società triste.
  • - Giama - il 23/05/2013 21:43
    Già, peccato che c'è ne siano pochi...
    Ottima dedica!
    Già

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0