PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Amore senza fine ( 2)

Andavo pe' monti
Martoriato e stanco
Ove perdevo li conti
Ritrovando un certo ammanco

E tu rompevi li ponti
Senza badar me anco
E giuliva co' li tonti
narravi cose seduta al panco

Zizzania mettevi ma
Amor pur eri
Fingendo calma

Intanto te eri
Nascosta fra la salma
E più non c'eri.

 

l'autore Don Pompeo Mongiello ha riportato queste note sull'opera

Sonetto plus acrostico e non forzato.


1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 24/05/2013 15:57
    STILE... SENTIMENTO... POESIA... LE TRACCE DEL DON INIMITABILE...

2 commenti:

  • Giuseppe Vita il 24/11/2014 16:21
    Ma che sonetto è questo?
  • bruno guidotti il 24/05/2013 18:16
    Grande Pompeo ( Strabone ) sempre deliziose le tue inimitabili poesie. Mi associo al coro di complimenti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0