PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nudo di parole

Ti cantai poesia
ritraendo sulla tela
un'orgia di parole
banchettanti.

Distese le baccanti
in posa
porgevano alle bocche
tra di loro
grappoli di verbo.

... E ti cantai in silenzio
mentre le osservavo
oziose e tentatrici
mordere sensualmente
gli acini.

Piano accarezzai
con gli occhi
la pelle vellutata
delle formose lettere.

Ti cantai poesia
e sulle mani
mi rimase il tuo profumo
che non vuole andare via.

 

1
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Elisabetta Benedetti il 20/12/2015 09:35
    Mirabile questo amplesso con la Compagna Poesia, vero dissolvimento dell'animo di un Poeta nella libertà del sentimento.
    Le parole sono orgia felice e fanno festa sul miracolo della creazione di un'opera nuova, con i verbi che cadono a grappoli, come uva succosa e tenatrice. E se le lettere sono lussuriose forme baciate da una morbidezza di seta, la Poesia che crei poi non ti lascia, ti rimane sulle mani, come un profumo.
  • Anonimo il 05/06/2013 15:31
    Spogliarsi totalmente, per offrire l'essenza più preziosa dell'anima a chi ha lasciato, senza parole, l'autore. Deliziosa poesia!
  • Raffaele Arena il 25/05/2013 18:29
    Quanto le parole sono niente in confronto al sentimento che non riescono mai a spiegare esattamente. Una bellissima poesia.

4 commenti:

  • Anonimo il 26/05/2013 11:10
    regalare parole d'amore in dolce poesia... le parole spesso non servono lirica apprezzata e sentita bravo ale
  • Alessandro Moschini il 26/05/2013 00:36
    Grazie a tutti. Purtroppo l'ho dovuta cancellare e ripubblicare di nuovo perché avevo sbagliato il titolo e il sistema non mi permetteva di modificarlo. Mi scuso per coloro che avevano lasciato i loro commenti che ho perso e di cui mi dispiace molto.
  • Anonimo il 25/05/2013 19:04
    Spogliarsi totalmente, per offrire l'essenza più preziosa dell'anima a chi ha lasciato, senza parole, l'autore. Deliziosa poesia!
  • Alessandro il 25/05/2013 13:48
    Spogliarsi delle parole superflue, cantando l'essenziale. Tra romanticismo e manifesto stilistico.