PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Strade

Son come muffe
degradate
sotto quegli abiti d'asfalto
vive la morte
come un'ostrica
grigia, tumefatta
andata a male

Son strade battute
non da solitudini
aspre, selvagge
ma dalla noia
da campane sfondate
da vite
senza più passioni
da schiavi
che sbavano un po' di potere
di significato

Volano buste
carte da supermercato
il verde è grigio
come rassegnato
La strada che porta al mare
è ancora lontana

 

3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 26/05/2013 13:15
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua eccezionale!
  • Rocco Michele LETTINI il 25/05/2013 16:57
    STRADE PREGNE DEL NOSTRO INCIVILE... CHE ALZANO PUTRIDE CONDOTTE... METAFORA DI VERO...

4 commenti:

  • Walter Tresoldi il 06/05/2015 15:00
    Grigia l'ostrica, grigio il verde... e poi le campane sfondate.
    Apprezzo: molto buona.
  • ciro giordano il 28/05/2013 20:52
    grazie a tutti voi per il vostro tempo.. un abbraccio circolare
  • loretta margherita citarei il 25/05/2013 18:58
    NN NE PARLIAMO, TUTTO IL MONDO è PAESE, PIACIUTA
  • Anonimo il 25/05/2013 17:15
    inciviltà... che sporca!!!! strade battute da solitune... molto bella ciro con meritevoli metafore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0