PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tu che sei stata estate

Quasi a cacciare un inverno ingordo,
mi arriva l'estate orfana del tempo sempre accesa
colori a giocare coi suoni come i panni distesa,

tuoni ricordo picchiare per gioco davano sonno al sole,
una nuvola fuggiasca con l'umore in tasca
a far ciò che vuole.

Bambini a sfregare tra loro i fiammiferi dei baci,
proprio tu che sei stata estate
scosti ora nascosta la formula della tua magia
mi fissi e taci coperta di malinconia.

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Floriano Crescitelli il 29/04/2016 14:26
    Una poesia malinconica e ben scritta sull'estate.
  • giuliano cimino il 28/05/2013 00:11
    fantastica e favolosa poesia piena di immagini suggestive.. malinconica e romantica
  • Rocco Michele LETTINI il 27/05/2013 05:23
    IL MIO PLAUSO PER QUESTA TUA STUPENDA POESIA

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0