username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Il tribunale del bosco

"Ma insomma cosa vi ho fatto?"
Si chiedeva l'innocente
incantevole fanciulla
di fronte al vecchio Gufo
che ora la giudicava
E il ruscello riportava le sillabe
pronunciate con accortezza.
Ma come in tutti i tribunali del bosco
non si cerca quel che si è fatto
ma quanto non si è fatto.
E così l'anziano giudice
lesse la sua sentenza.
PQM
Colpevole per non aver commesso il fatto
Condannata ad essere per sempre
un'anima ingrata...

L'udienza è tolta. La volpe, il cervo e il pettirosso
ascoltarono in silenzio.

 

5
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 29/05/2013 15:01
    Un processo inedito, dove si cerca ciò che NON si è fatto. Significato profondissimo.
  • Anonimo il 28/05/2013 17:21
    Una bella favola che ci fa riflettere...

    Mi piace moltissimo.
    Bravo Roberto.
  • Anonimo il 28/05/2013 10:02
    Davvero carina e fa riflettere... bravo!
  • Rocco Michele LETTINI il 28/05/2013 09:45
    Metafora di vissuto in un'atmosfera fiabesca mirabilmente creata...
  • Auro Lezzi il 28/05/2013 09:02
    Veramente una poesia affascinante... Fiabesca ed istruttiva.
  • Don Pompeo Mongiello il 28/05/2013 08:01
    Fantastica fiaba per bambini ed adulti. Complimenti!

4 commenti:

  • gianni castagneri il 12/03/2014 10:07
    che carina! molto particolare! visiva direi... mi immagino la scena... bella metafora comunque!... anche io mi ci metto tra i colpevoli per il non fatto!
  • Ugo Mastrogiovanni il 28/05/2013 17:46
    Un surrealismo poetico affascinate e inaspettato.
  • loretta margherita citarei il 28/05/2013 15:08
    come una fiaba con morale bravo
  • karen tognini il 28/05/2013 09:08

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0