accedi   |   crea nuovo account

Comme n'albero

E se cunzuma l'urdema stagione
pa'vecchia mia che è addiventata janca,
mo che 'o pensiero affonna dint' 'e ricorde
nu' bbrivido le piglia 'e ccarne stanche...

Comme n'albero sbattuto sotto all'acqua,
spanne 'e ffoglie a' una a' una 'nterra,
e ngoppe 'a scorza mostra a tutte quante
'e macchie scure, meraglie 'e tanti guerre...

Comme n'albero cu quatte rami sicche,
scavati dint''e mmane e attuorno all'uocchie,
racconta a' gente 'e ninne c'ha crisciuto,
e 'a vita soja, cu tanti figlie 'e ndrocchie...

Comme n'albero bruciato sotto 'o sole,
le manca tanto 'a voce de' pariente
e 'a mente corre a chella vita allera
quann'era tosta e nun teneve niente...

Comme n'albero ca move tutte 'e ffronne
co' primmo suscio debbole do' viento,
'o core sbatte forte dinte 'o pietto
quanne 'e nepute provano turmiento...

Comme n'albero cu 'e ppalme stese 'o cielo,
mbraccio 'o Signore cerca penitenza,
e 'a sera stà int''a chiesa, nzieme 'e vvecchie,
pe' guaragnà nu'poco d'indulgenza...

Comme n'albero furnesce a vita soja
senza lamiente pe' na'cattiva ciorta,
ma lascia dint''o turreno na' radice
pecchè s'adda sapé ca nun è morta!

TRADUZIONE:
E si consuma l'ultima stagione
per la mia vecchia diventata bianca,
or che il pensiero affonda nei ricordi
c'è un brivido sulle sue carni stanche...

Come un albero sbattuto dai piovaschi,
spande le foglie, ad una a una a terra,
e sulla corteccia mostra a tutti quanti
le macchie scure, medaglie d'ogni guerra...

Come un albero con quattro rami secchi,
scavati nelle mani e attorno agli occhi,
racconta alla gente i bimbi che ha cresciuto,
e la sua vita con tanti figli di strada...

12

1
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0