accedi   |   crea nuovo account

L'anno della fede

Perché il Santo Padre ha indotto un anno di fede?
Nella sua sapienza e lungimiranza, vede e capisce che il comportamento cristiano non risponde a ciò che richiede la sua religione!
Non ve' pace, ne ordine, ne umanità, ne amore, ne pietà: possessione, arrivismo desiderio di voler posse-dere, avere, potere, danaro, gloria, onori, piaceri, immoralità, sopraffazioni, soprusi, abusi, astio, gelosia, invidia, liti, omicidi e guerre.
Tutto questo lo possiamo vedere tutti noi, si capisce che in questo insieme manca Dio, la nostra fede in Lui.
Ed è per questo forte richiamo che il Santo Padre fa a tutti noi!
A questa presa di coscienza.
Ripartiremo là dal fonte battesimale, per grazia divina venuti a far parte del Corpo mistico che è la Chiesa, acquisendo onori e doveri, credo da noi non capiti e né osservati, ripariamo a l'errore consacriamoci tutti all'apostolato missionari sacerdoti e laici, per divenire mani, piedi e cuore di Gesù per continuare la sua mis-sione.
Come ai primi Apostoli, oggi lo chiede a noi andate in tutto il mondo a portare a conoscenza la mia parola, "Vangelo" pieni di luce, di grazia, di giustizia e santità.
Ascoltando e mettendo in pratica le parole di Papa Francesco "Non siate tiepidi ma ferventi " nel profes-sare l'amore di Gesù, lo stesso invito che Gesù dalla Croce 800 anni fa all'omonimo San Francesco di Assisi "vai e rassetta la Chiesa che sta franando".
Perché il Santo Padre ha indotto un anno di fede?
Nella sua sapienza e lungimiranza, vede e capisce che il comportamento cristiano non risponde a ciò che richiede la sua religione!
Non ve' pace, ne ordine, ne umanità, ne amore, ne pietà: possessione, arrivismo desiderio di voler posse-dere, avere, potere, danaro, gloria, onori, piaceri, immoralità, sopraffazioni, soprusi, abusi, astio, gelosia, invidia, liti, omicidi e guerre.
Tutto questo lo possiamo vedere tutti noi, si capisce che in questo insieme manca Dio, la nostra fede in Lui.
Ed è per questo forte richiamo che il Santo Padre fa a tutti noi!
A questa presa di coscienza.
Ripartiremo là dal fonte battesimale, per grazia divina venuti a far parte del Corpo mistico che è la Chiesa, acquisendo onori e doveri, credo da noi non capiti e né osservati, ripariamo a l'errore consacriamoci tutti all'apostolato missionari sacerdoti e laici, per divenire mani, piedi e cuore di Gesù per continuare la sua mis-sione.
Come ai primi Apostoli, oggi lo chiede a noi andate in tutto il mondo a portare a conoscenza la mia parola, "Vangelo" pieni di luce, di grazia, di giustizia e santità.
Ascoltando e mettendo in pratica le parole di Papa Francesco "Non siate tiepidi ma ferventi " nel profes-sare l'amore di Gesù, lo stesso invito che Gesù dalla Croce 800 anni fa all'omonimo San Francesco di Assisi "vai e rassetta la Chiesa che sta franando".

 

0
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0