username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Verso l'ignoto

Il vano ricordo del lampo più audace
cammina con noi; siamo pallida armata
che soffre da tempo, che soffre e ne tace.
La nostra coscienza ricerca, svogliata,

sentenze smarrite nei suoi tribunali.
Non v'è da sbirciare alla porta divelta
degli anni che arrancano, grigi e neutrali.
Abbiamo un destino? Ci resta una scelta?

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

14 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/06/2013 19:06
    Smarriti negli esistenziali quesiti dell'umano vivere, che creano dubbi a fittizi ragionamenti, al fine di trovare una risposta VERSO L'IGNOTO peregrinare dell'anima. Si resta, spesso, sospesi tra l'astrazione e la concretezza delle questioni metafisiche; quell'emblematico attimo, in cui la nostra vita sfugge ad ogni razionalità. Apprezzata e piaciuta!
  • ernesto musiari il 06/06/2013 10:32
    Profonda riflessione, abbiamo una scelta?
    La scelta e' solo una e quindi non ce'?
    Il percorso obbligato non porta all'arrivo..
    ciao
  • Michele Sperduto il 05/06/2013 02:07
    Ognuno ha la vita davanti che cammina verso un destino ignoto proprio come me e poi sembra che la poesia mi si addice molto comunque complimenti collega
  • SalvatoreCierro il 04/06/2013 20:56
    Il tema dell'esistenza e dell'esistenza del destino mi ha sempre affascinato, mai viste parole così adatte, un preludio perfetto ad una domanda indispensabile per spronarci verso l'infinito sapere. Bhè se vuoi sapere la mia, io credo che noi abbiamo tante scelte da fare, la vita è un aut aut, ma ad ogni scelta corrisponde una reazione a catena circolare che torna al punto di partenza che ci costringe a fare sempre del bene, per farci del bene, e quindi farsi male non conviene.
  • Salvatore Masullo il 03/06/2013 21:08
    In una società dove conta sempre più l'apparire che l'essere, l'Autore propone una poesia che invita a riflettere, ad evitare di rimanere, per sempre, un'armata senza ideali e senza più progetti. Se così fosse, siamo destinati ad avere poco futuro. Un monito ed un accorato invito a guardare fuori dal nostro orto e mettere da parte gli interessi di parte! Bravo Alessandro!
  • Francesco Andrea Maiello il 01/06/2013 18:04
    Ci inviti a riflettere... di questo passo senza più coscienza... il destino è segnato e non c'è più scelta!
  • Don Pompeo Mongiello il 01/06/2013 14:47
    Scusa, voleva essere una recensione!
  • Antonio Festa il 01/06/2013 13:39
    pallida armata che soffre da tempo, non sarà mica la sofferenza il destino dell'uomo?
  • giuliano cimino il 01/06/2013 00:31
    riflessiva come non mai in un epoca dove il nostro destino sembra morto.. speriamo risorga e con se il nostro futuro molto bella
  • ciro giordano il 31/05/2013 22:08
    abbiamo un destino? Certo, ma a noi non noto, o almeno, ci è ignoto nella stessa misura della nostra incoscienza, che i nostri atti, e pensieri, scrivono il nostro futuro...
  • Anonimo il 31/05/2013 20:11
    Certo che ci resta una scelta: guardarsi dentro rende ciechi, guardiamoci attorno, e andiamo avanti!
  • Anonimo il 31/05/2013 17:24
    La scelta l'abbiamo, vivere o campare, in attesa di morire!
  • Rocco Michele LETTINI il 31/05/2013 11:29
    VERSO L'IGNOTO... UNA PORTA DIVELTA... E UN'IMMAGINE OSCURA DALLA QUALE NULLA TRAPELA... RIFLESSIONE E SAGGEZZA IN UN ENCOMIABILE VERSEGGIO...
  • roberto caterina il 31/05/2013 11:09
    No, non abbiamo molte scelte, se non come dici il gusto di sbirciare dalle fessure delle porte. A volte, come a Roma, si vede San Pietro, a volte nulla, o meglio un vano ricordo.

8 commenti:

  • Patrizia Cremona il 10/11/2014 12:38
    notevolmente significativa intensa nel tempo forme infinite
  • Don Pompeo Mongiello il 01/06/2013 10:37
    Un laudo dovuto per questa tua eccezionale!
  • Attanasio D'Agostino il 31/05/2013 22:27
    profonda riflessione... tutta la vita, ogni giorno, è una scelta
    un caro saluto Tanà
  • - Giama - il 31/05/2013 21:33
    On credo nel destino, piuttosto intravedo delle possibili tappe... di un potenziale cammino...

    Ciao Alessandro
    Già
  • Anonimo il 31/05/2013 17:28
    ... nessuna scelta se è quello il destino...

    Interessante, fa riflettere.
  • loretta margherita citarei il 31/05/2013 15:03
    intensa molto bella
  • Anonimo il 31/05/2013 11:37
    bellissime immagini metafore ben curate... porta a profonda riflessione... bravo ale
  • giuseppe gianpaolo casarini il 31/05/2013 11:12
    Bella e intensa riflessione..

    bravo!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0