accedi   |   crea nuovo account

Vuoto

A volte mi sento vuoto,
come un burrone...
A volte mi sento vuoto,
come un pozzo senz'acqua.
La realtà è che, sentendomi vuoto,
non so trovare soluzione;
perché non sempre soluzione a tutto c'è.
Bisogna rinunciare a voler risolvere tutto,
perché non è così purtroppo...
Ciò che la gente non è in grado di fare si chiama,
IMPOSSIBILE.
A volte mi sento vuoto,
come ora, come ieri, come domani.
Perché non a tutto potrò trovare un posto adatto,
e non ogni cosa saprà riempire il mio cuore.
A volte mi sento vuoto,
perché quello che voglio, che volevo,
non lo avrò.

 

2
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 02/06/2013 18:41
    Forti sensazioni per un VUOTO incolmabile che rivela la tristezza interiore dell'autore, ma anche la piena consapevolezza di non riuscire ad ottenere quello che si desidera in quei momenti di smarrimento "universale". Accettare l'istante, come occasione di crescita e di passaggio, può certamente giovare nel proseguire sulla propria strada. Ovviamente, tutto è relativo.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/06/2013 07:06
    VUOTO... NON PER PROPRIO VOLERE... IL GRIDO... L'SOS SINCERO DA RECEPIRE... DILIGENTE VERSEGGIO...

3 commenti:

  • Alessandro il 01/06/2013 15:51
    I tentennamenti e le prese di coscienza della gioventù, dove i primi vuoti gravano sullo spirito.
  • - Giama - il 01/06/2013 11:12
    Il vuoto non è in te, ma negli spazi, non fisici s'intenda...
    pensa a ciò che fai per colmare la distanza tra te in un istante e te nell'infinitesimo lasso di tempo che ti separa da te stesso...
    Ecco, colmerai ogni secondo della tua esistenza, del tuo essere, con ciò che fai e che sei!

    Splendida opera Gianni!
  • Don Pompeo Mongiello il 01/06/2013 10:22
    Saggio è il tuo scrivere ed in stile molto piacevole. Complimenti!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0