accedi   |   crea nuovo account

Il pesciolino di Miramare

Un pesciolino d'argento
volendo curiosare
verso terra andò
vicino a Miramare.

Vide il castello
bianco e illuminato
e, sul molo, una panchina
con sopra una coppietta.

Lui le parlava piano
tenendosela stretta,
parole dolci dolci
parole da poeta.

Così ogni sera
il pesciolin d'argento
ascoltava belle parole
dette con sentimento.

Si affezionò alla coppia
ed al tramonto
arrivava li vicino
ad ascoltare pronto.

Ma una sera impazzì:
vuota era la panchina.
Tutta la costa girò e girò
ma mai più li ritrovò.

Li aspetta ancora
col cuoricino stretto
e vaga li vicino
sperando ancora.

Se andate a Miramare
e, pensando a questa triste storia,
vi commuovete
e una lacrima vi cade in mare...

le piccole onde guardate:
una piccolezza vedrete brillare:
è l'anima del pesciolino d'argento
mai stanca di aspettare.

 

5
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 01/06/2013 15:56
    Il piccolo pesciolino d'argento, quasi uno squamoso angelo custode delle giovani coppie. Davvero bella

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 24/06/2013 06:19
    Sembra una lirica per bambini striata da una luce triste propria del mondo degli adulti. Particolare Fabio
  • Fabio Magris il 01/06/2013 18:05
    Grazie di aver apprezzato questa piccola favola
  • Anonimo il 01/06/2013 14:51
    simpatica scorrevole... con un pizzico di sentimento e d'insegnamento...
  • ciro giordano il 01/06/2013 10:22
    una favoletta, piena di sentimento.. piaciuta

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0