PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il Sonno torna dal Sono

Caldo
è l'abbraccio della notte

trasporta
la coscienza
del nostro corpo

ed un noi
quasi
assente

- quasi fosse per il viaggio un ostacolo -

vagamente
sognante

alla sorgente delle stelle

a ristorarci

di divina ambrosia

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

è curioso questo... Sonno... Sogno... Sono...

e forse era meglio dire... a ristorarsi... come a marcare ancora di più la nostra assenza..


3
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 02/06/2013 18:55
    Il sonno riposa e rigenera non solo dalla stanchezza ma anche dallo stress che si accumula per quel che si vorrebbe e ancora non è arrivato. Dal sonno si crea il sogno di quel che sono. O vorrei essere. Ciao.
  • Anonimo il 02/06/2013 18:33
    Trovo davvero suggestivo il linguaggio da te adottato che porta a subliminare ogni sensazione. Complimenti.
  • LIAN99 il 02/06/2013 17:45
    È un'alchimia di emozioni e suggestioni questo verseggiare che trasmette l'intensita' e la sofferenza del vivere in sintonia col proprio sentire dell'autore. Complimenti per la sensibilita!
  • Rocco Michele LETTINI il 02/06/2013 14:30
    TRE "ESSE" DILIGENTEMENTE SVILUPPATE... NE LA TUA CREATIVITA' E NE LA TUA INNATA POETICITA'... IL MIO ENCOMIO VINCE'...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0