PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Romae

Romae
sicut caput mundi
eius bracce
apertis ad eam,
et cor ejus
cum dilectione
constituitque eos,
et racism
nescit.

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 03/06/2013 20:26
    Encomiabile componimento. Complimenti più che mai.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/06/2013 17:31
    UN SERTO DI GLORIA PER QUESTO TUO MIRABILE COSTRUTTO... IL MIO ENCOMIO DON...
  • Raffaele Arena il 03/06/2013 17:10
    Non conosco il latino e sarebbe apprezzabile, se lo vuoi, potrebbe essere piacevole tradurla nelle note rendendola accessibile a chi non ha studiato questa lingua. Capisco però anche dal commento di Chira che è una poesia dove Roma (caput mundi? - ritengo questo tipo di definizione abusata troppo da noi itliani intrappolati in una storia passata- pensansiamo anche ad altre incredibili altri capitai del mondo, senza nulla toglire niente alla sua magnificenza)apre le braccia al mondo. E in questo senso la generosità dei romani, oramai al limite della sopportazione, come tutte le città italiane, da parte di alcuni, nei confronti degli stranieri. Comunque il latino ha una sonorità speciale, e concordo con Chira nel commento.

2 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 03/06/2013 17:24
    Non c'è bisogno caro Raffaele l'hai capita benissimo.
  • Anonimo il 03/06/2013 16:57
    Grazie Don... Roma può essere razzista tanto quanto qualsiasi altra grande città del MONDO. Generalizzare in modo superficiale è deleterio per tutti.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0