PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Duello

Adagio adagio
per la mia via
vado,
gli affari miei
pur mi faccio,
eppur attaccato
sono;
e se debole
mi mostro,
prima ancor
di cominciar,
fottuto già
sono.

 

4
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/06/2013 09:30
    Gentilissimo Don, capisco la sua amarezza... Forse, è meglio ignorare e lasciare che gli insulti coprano in modo maleodorante l'autore. Mi piace questo suo modo di riflettere e di ponderare...
    Un saluto sincero.
  • Anonimo il 03/06/2013 20:27
    Giuro che ti capisco: capita spesso anche a me, peccato che non lo fanno mai di persona. Complimenti!
  • Anonimo il 03/06/2013 19:28
    E tu mena caro don... dagli un colpo di spada e spaccalo in due!

2 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 04/06/2013 06:47
    A volte è così, condivido il tuo pensiero. Piaciuta!
  • Rocco Michele LETTINI il 03/06/2013 20:27
    TUTTO PERCHÈ ER MONNO È STRANO... E A SOCCOMBERE È SEMPRE IL RETTO...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0