username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Un eterno quaderno

Orsù

or giù

Tu
non sai quanto sole hai negli occhi

tanto da poter riconciliare le foglie di Ungaretti alle foglie d'erba di Whitman

dai
andiamo
nell'anima
a cercare nuove armonie incontenibili di gioia

in quel breve lungo spazio
dove
l'orizzonte della nostra lingua non avendo più confini

s'apre un varco in un mondo di profumi

portando con sé il canto autunnale del mare
in un tono baciato da eterne arse praterie notturne

galoppanti su ermetiche incognite d'Amore

trasparenze di cielo
calori di mani
si fecero onda

di scrittura

portatrici d'oro da una baia d'incanti

appese alla fragilità di un filo d'erba
le parole
si avvolsero
come fiori
intorno al ramo del nostro cuore

pescando

nel seminar
luci di canti

insenature
di carta
per naufraghe scialuppe

strati
di lacrime

tuonanti
in seno alla natura

si sciolsero
in perle di rugiada

a consolar
di cielo e di terra

le distanti labbra di due divini amanti spasimanti soldati di un celestiale ideale

 

5
6 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 04/06/2013 08:08
    Fra e terni e qua derni di grandi e famosi s'infilò il pensiero d'un bel ciminiero svettante nell'aria sprizzante d'amore... Così che Vincenzo, per come la penso, tra terno e quaderno durerà per l'eterno!
    Mi presto corone d'alloro e Congo lo tuo capoccione.
  • Don Pompeo Mongiello il 04/06/2013 08:07
    Apprezzatissima e non so dire altro, se non complimentarmi di vero cuore.
  • Rocco Michele LETTINI il 04/06/2013 07:08
    NULLA È UN CASO PER TE... UNGARETTI, WHITMAN PER FORGIARE ALTRO DILIGENTE E RIFLESSIVO VERSEGGIO...

6 commenti:

  • Alessandro il 04/06/2013 18:02
    Le pagine della nostra vita, in tutte le sue fasi. Bella
  • essen rosa il 04/06/2013 15:19
    mi piace l'accostamento fra le foglie di Ungaretti e l'erba di Whitman.. geniale questo passo che apre a fili di speranza.. verde come l'erba.. e c'e un bimbo che nasce dentro i tuoi versi.. che portano fino alla tua splendida chiusa.. Complimenti davvero
  • - Giama - il 04/06/2013 12:26
    Ho Capitano, mio Capitano... di quel viaggio infinito...
    verso l'eterno di un verso eterno...

    Sublime!

    Ciao Gia
  • Anonimo il 04/06/2013 08:10
    Cingo non Congo... che ci faresti col congo!
  • Gianni Spadavecchia il 04/06/2013 06:54
    Bellissima chiusa, splendidi versi Vincenzo.. Bella!
  • loretta margherita citarei il 04/06/2013 04:53
    BELLO IL RIFERIMENTO AI DUE ECCELSI POETI, SEMPRE FORTE SEI CAP

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0