PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le cigliole

So panetti
lunghi e stretti,
quanno passi
pe' la via
der fornaro
e l'odor senti,
fermatte devi
e armeno uno
compranne
e se ce metti
un po' de mortadella dentro
fresca tagliata
ar cortello,
in delizia te manna
e rallegra de morto
la giornata.

 

2
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 05/06/2013 07:05
    Non conosco le cigliole... forse son tipo i limoncini... o la baguette francese... ma conosco il sapore di un pane ancora caldo... sposato ad una mortadella al pistacchio... si quanto son buoni gli affettati tagliati.. al coltello..

    Bravissimo Don... mi hai dato voglia di andare in panetteria...
  • Anonimo il 04/06/2013 20:39
    Gran bella lode per certi profumi che si stanno perdendo in nome di un'industrializzazione spregiudicata. Complimenti.
  • loretta margherita citarei il 04/06/2013 16:11
    hai ragione, ma ancor di più con a pizza a rosmarino fatta con la pasta del pane, piaciuta

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0