accedi   |   crea nuovo account

Il petalo della vita

il petalo della vita

stasera,
amore mio, stacchiamo la spina
alla noiosa routine...

spento sia il televisore, il computer,
il resto del mondo, le tante brutture,
lasciamoli alle spalle
usciamo da queste opache mura.

Vieni, andiamo per campi
senza dirlo a nessuno
per tutta la notte
al chiaro di luna.

Ci ritroveremo
se invighiati
in giochi d'amore
sino alla luce del mattino

succhiando lo zucchero dei fiori
e bevendone la fresca rugiada

per poi addormentarsi
ascoltando
il tubare delle tortore.

Nudi sulla nuda terra
diventeremo noi stessi terra
dove vi possa nascere
il fiore della margherita,
fiore di morte e di vita.

Mio amato, non sai?
Chi mai desidera la morte
colga prima il petalo della vita.

 

6
4 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 06/06/2013 16:01
    Un serto floreale per questa tua eccelsa davvero!
  • Rocco Michele LETTINI il 05/06/2013 18:47
    AMMALIATO DA COTANTO ROMANTICISMO PLAUDO CON SCROSCIANTE PLAUSO...
  • Anonimo il 05/06/2013 16:54
    Un trionfo di sensazioni che incantano. Quanti amanti vorrebbero imitarvi!
  • Anonimo il 05/06/2013 16:14
    Bellissima poesia Lor, molto poetica e romantica, particolarmente eccitante quel succhiare il petalo della vita sullo zucchero dei fiori.
    Evviva l'amore, anche sotto la pioggia!
    Bravissima Lor Margh Cita!
  • Anonimo il 05/06/2013 16:01
    Vieni, andiamo per campi
    senza dirlo a nessuno
    per tutta la notte
    al chiaro di luna.
    Questo passo é bellissimo!
    Complimenti!

4 commenti:

  • Alessandro il 05/06/2013 22:14
    Chiusa a dir poco perfetta, tanto di cappello.
  • - Giama - il 05/06/2013 20:31
    Fantastica, colma di passione e amore in un legame inscindibile, poesia completa!

    Bravissima Lor!
    Ciao Gia
  • Antonio Garganese il 05/06/2013 19:42
    Questa bella poesia la sento molto. Staccarsi dalle brutture della quotidianità è un'esigenza insopprimibile. Si fa e si deve fare. Con tutto il piacere. Buona sera poetessa.
  • Anonimo il 05/06/2013 18:19
    Anche noi, spesso, stacchiamo la spina... non vi è la cosa più bella!
    Poesia bellissima e condivisa.
    Brava Lor... mitica Lor!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0