accedi   |   crea nuovo account

A proposito di dogmi

Quel che ti volevo dire,
non lo ricordo più,
ah, si, credo in Gesù

che visse uomo con famiglia.
E quello che tu chiami Dio
è la forza del tuo spirito

non arriva se non da te
e dall'amore che ti è dato
nel gioco del dare e avere.

Non per smontare dogmi
o apparati, come militari
anzi per esaltare martiri

uomini di mondo dedicati
a far conoscere un falso
inconsapevoli e coerenti

di qualsiasi religione
che sono piene di immolati
e un ploriferare di correnti.

Come un nuovo paganesimo
idolatriamo l'automobile
non pensiamo al lato nobile

del viver fuori schema.
E quante sofferenze,
per mancanza di umana corrente

che non è questione del tuo tipo di credo
che ti giuro, anche io non credendo lo vedo
questo mondo meraviglioso, insomma...

adesso malandato, anche per fondamentalismo
religioso. Apparati di potere, per controllare
manipolare, costringere il pensiero,

ad allontanarsi dalla libertà,
dalla saggezza, dalla volontà
per piegarsi, o accendere lumi

che lo spirito nobile rispetto, per carità.
Ma l'inganno fu un tempo lontano
e tutt' ora mette il dubbio ogni dove,

non ho una verità, ma conosco laici
più saggi di certi nobili o sbandati,
che tra questi ultimi mi ci sento

ma dài retta, non è solo ragionamento
e l'imposizione iconografica?
e la manipolazione ipnotica?

Che la forza di essere umani
ce ne liberi, per creare comunità
nuove culture di solidarietà,

per strade da continuare a cercare
e comunicare senza pistola
o mitragliatrici usate a scuola.

 

2
0 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 07/06/2013 05:06
    NEL MISTERO SCORRE LA VITA... RIFLESSIVE LE DUE STROFE DI CHIUSA... UN VERSEGGIO REALE FRUTTO D'UN DILIGENTE PENSARE...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0