accedi   |   crea nuovo account

Fernando Martins de Bulhões

Da quel de Lisboa
nudo e crudo
a lo fra Francesco nostro
venendo
in quel de Assisi
se prostrò,
ed Isso
Antonio
lo chiamò,
e fedele
senza niuna pretesa
fino a la morte
lo seguì.

 

1
4 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 14/06/2013 17:54
    Doveroso omaggio a Sant'Antonio con precise notazioni storiche. Bravo Don.
  • Anonimo il 13/06/2013 20:14
    È un po' troppo religiosa per il mio modo di essere, ma è un giusto canto a chi è stato un puro. Complimenti.
  • Anonimo il 13/06/2013 17:50
    scusa era recensione
  • loretta margherita citarei il 13/06/2013 16:29
    e dire che doveva evangelizzare la terra santa e una tempesta lo fece sbarcare in sicilia e da lì andò poi a padova, via sant'antonio
  • Rocco Michele LETTINI il 13/06/2013 14:53
    ONORE AL SANTO E A LA TUA DEVOZIONE DON... DUE BEI VERSEGGI D'ANTONIANO PASSO...

4 commenti:

  • Anonimo il 13/06/2013 20:47
    .. Bella lirica Don.
    I miei complimenti.
  • salvo ragonesi il 13/06/2013 20:12
    bel verseggiare con li santi sempre bravo Don. salvo
  • anna marinelli il 13/06/2013 18:01
    bella questa breve biografia del santo degli orfani.. che fa ritrovare le cose perdute... Bravo Don Pompeo
  • Anonimo il 13/06/2013 17:50
    giusto il commento di lor... bella la tua opera don...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0