username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Qual timore

Oh, qual timor
d'incrociar
li bellissimi suoi
specchi dell'alma;
qual terror di scansar
'l verno del core
e con li boccioli
far dono ad Amore.

Fremito nel respiro
che par vento,
fremito nel disio
che par che sento
fuggir da la mia mente
ogne penziero
e farsi 'l ragionar
così leggiero.

 

1
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 15/06/2013 06:45
    AMOR CORTESE E STILE D'ANTICHI CANTORI TI ESALTANO E TI GRATIFICANO IN LODEVOLI VERSI...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0