PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Omaggio a San Vito

Ancor fanciullo
cò Cristo ner pensiero
prodigio sparge.

Martirio fresca etate
sopprime ar cor devoto!

 

2
6 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 19/06/2013 13:51
    Un poetico omaggio a San Vito, esauditore di guarigione e di pace spirituale, che allieta i suoi devoti con grazie miracolose, avendo il pensiero verso il Cristo, sin quand'era fanciullo. L'autore Lo ha elogiato con un verseggio stupendo. Complimenti per l'opera.
  • Alessandro Moschini il 16/06/2013 21:41
    Veramente molto bravo.
  • Don Pompeo Mongiello il 15/06/2013 18:40
    Qui mi associo unicamente a Vera Lezzi, aggiungendo naturalmente il mio elogio personale.
  • loretta margherita citarei il 15/06/2013 15:47
    BELLISSIMO TANKA, COMPLIMENTI E SIA LODE A SAN VITO
  • Anonimo il 15/06/2013 12:22
    Che aiuti anche noi, il tuo santo lucano, Michele, ad uscire dalle nostre prigioni personali... Meglio ancora: che ci aiuti ad <aiutarci>!
  • Vincenzo Capitanucci il 15/06/2013 07:23
    San Vito de Lucania... sfuggente di prigione per miracoloso Amore... prodigio sparge...

    Martire in giovane età di una fresca estate del cuore...
    splendido Tanka... Michele... mascherato da poesia religiosa...

6 commenti:

  • Piero Fortunato Conforte il 06/09/2013 15:46
    LA CHIESA CRISTIANA CATTOLICA APOSTOLICA ROMANA IN PASSATO FACEVA I MARTIRI PER POI CHIAMARLI SANTI E QUELLE POVERE PERSONE FACEVANO SOLO IL BENE INVECE IN PASSATO C'ERA L'USANZA DI FARE I MARTIRI SOLO PERCHÈ NON SI VOLEVA CREDERE NEGLI IDOLI E NELLE IMMAGINI SCOLPITE CHE SONO COMANDAMENTI DI DIO, LA CHIESA ACCUMULO RICCHEZZE SULLA CONDANNA A MORTE DEI BUON FIGLI DI DIO IL MALE NON ERA LA PAURA DEL NEMICO MA L'ESSERE UMANO CORROTTO CON SETE DI POTERE E DI UN ODIO PIENO DI VIOLENZA VERSO IL POPOLO DI DIO IL QUALE SACRIFICO' LA PROPRIA VITA IN CARNE PER LA REMISSIONE DEI PECCATI E PER INCORAGGIARE L'ESSERE UMANO A REDIMERSI IN FATTI PREGHIERE E DEVOZIONE A FARE DEL BENE SENZA SCOPI PERSONALI MA AI SOLI FINI DI FARE LA VERA VOLONTà DI DIO CIOÈ DI VOLERSI BENE FRATELLI E SORELLE IN FEDE
  • Anonimo il 18/06/2013 20:48
    ecco x scrivere raccomand ai santi
  • Raffaele Arena il 15/06/2013 18:50
    Quanti santi immolati per varie ragioni, le quali più volte erano il cercar di enunciare una verità scomoda ai poteri forti, o perchè, in aiuto di anime che avevan bisogno, andavano contro questi poteri forti... Che tristezza. Come sempre eccelsa composizione.
  • stella luce il 15/06/2013 10:34
    molto bravo... buon fine settimana... devo ammettere non conosco le vite dei santi ma sono certa che tu coi tuoi versi gli abbia reso onore
  • karen tognini il 15/06/2013 09:37
    Grande Michele... stile tutto tuo.. bravissimo!
  • Anonimo il 15/06/2013 09:35
    bellissima dedica e lirica... sempre bravo caro amico

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0