PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il fiume

Quando arriva la piena
l'acqua spumosa e fangosa
sembra galoppi come cavalli
e il rumore assorda
l'orecchio che non vuol sentire;
io sono protagonista del mio dolore.

Mi tuffo sorridente
verso nuova spada ferente,
perché mi piace soffrire
trovando nuovo espediente,
esultare alla vita per non morire,
un po' come variare
gusti e cibi,
serve a non invecchiare.

Il limo che lascia il mio fiume
non è certo la manna del Nilo,
è il fango dello Stige d'Averno,
che pure Caronte ha schifato,
lasciando la barca alla deriva,
stanco di sentire
queste lagne poetiche.

Ma la piena non dura,
il fiume ritrova il suo letto,
il fango si appiccica ai piedi.

È stato l'effetto d'un abbaglio
quello che m'ha preso per sbaglio,
quello che mi ha illuso
non era un canto
ma un raglio.

 

4
6 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 01/07/2013 22:11
    "io sono protagonista del mio dolore", come mai una frase così semplice emoziona? uno dei misteri della poesia... ma aldilà di questo, è un esplosione di vita e di autoironia questa tua, mi è molto piaciuta cara silvia
  • Don Pompeo Mongiello il 18/06/2013 11:11
    Una refrigerante pioggerellina a rinfrescar le tue membra in questa afosa giornata ti dono per questa tua sublime.
  • Anonimo il 15/06/2013 17:20
    sei superispirata e superbrava... complimeti!!!
  • Antonio Garganese il 15/06/2013 13:46
    Poesia amara ma toccante, tutti i suoni sono vita anche il fango (che non c'è vuol dire fertilità e anche i ragli hanno diritto ad esistere anche se, come diceva qualcuno, non saliranno al cielo. La vita ha positività comunque quando si unisce al coraggio e alla capacità di volercela fare per forza.
  • Rocco Michele LETTINI il 15/06/2013 12:26
    UN COSTRUTTO IN UNA TOCCANTE METAFORA...

6 commenti:

  • silvia leuzzi il 02/07/2013 08:57
    Grazie Ciro il compito della poesia è emozionare e quando ci riesce ne sono felice
  • silvia leuzzi il 19/06/2013 08:22
    Grazie Don sei molto gentile... ci vuole si bolle ahahahahhah
  • silvia leuzzi il 16/06/2013 14:02
    Grazie Stella molto bella la tua interpretazione...
  • stella luce il 16/06/2013 13:38
    Belle immagini legate al vivere... la piena di un evento travolge e la si segue ma appunto nn sempre essa porta fertili cose... nn tutto è come appare
  • silvia leuzzi il 15/06/2013 22:06
    Ma Fri mi sopravvaluti ahahhahahah finisce che ci credo poi e non si può ahahhahaha grandi baci
  • silvia leuzzi il 15/06/2013 16:18
    Caro Antonio hai letto profondamente il messaggio che la poesia voleva trasmettere, grazie.
    Grazie anche a te Rocco, sempre attento e presente

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0