PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Le fanfare

Da lontan
uno suon de fanfar
a le mie orecchie
lieto giunse,
insieme
a scugnizzi come me,
a perdifiato correndo
lo raggiungemmo
ed in estasi
andammo,
per lo spettacolo
mostratoci.

 

1
0 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 15/06/2013 18:53
    Risveglia il ricordo di quando si ascolta in serate d'estate, un coro, oppure nelle giornate di calura, nel ricordo del patrono, l'inseguire il corteo, per magnificarsi dello spettacolo. Davvero una bella poesia.
  • loretta margherita citarei il 15/06/2013 17:57
    quando la banda passa è festa, piaciuta
  • Rocco Michele LETTINI il 15/06/2013 17:32
    COME FONDATORE DE LA LOCALE BANDA MUSICALE "Vincenzo BELLINI" IN GENZANO DI LUCANIA... NON POSSO NEGAR CHE MI MISI NEL COMITATO PROPRIO PERCHÈ LA BANDA MI HA SEMPRE TRASMESSO LE STESSE EMOZIONI DA TE DECANTATE... IL MIO ELOGIO DON...

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0