accedi   |   crea nuovo account

La pace de la notte

Quando la luna
triste ti guarda,
qualche marachella
avrai pur fatto,
dormir
non ti lascia,
anche fra le tapparelle
te penetra,
fino a quando
a mani giunte
confessi
quel ch'è stato
e l'occhio strizzandoti,
entrambi a dormir
andar potete
ed in pace santa.

 

0
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 16/06/2013 19:11
    Don, un poeta dall'anima di bambino. Poesia dolcissima.
  • Rocco Michele LETTINI il 16/06/2013 15:39
    Un fantastico verseggio di veritate intriso... IL MIO ELOGIO
  • Anonimo il 16/06/2013 13:37
    Ripenso all'esame di coscienza, prima di dormire, per credere di ripulire l'anima dalle cattive azioni. Un testo esemplare per convincere le cattive coscienze a fare mea culpa!
    Molto gradita.

2 commenti:

  • Alessandro il 17/06/2013 22:35
    La pace della notte che perdona ogni marachella. Quasi una favola.
  • stella luce il 16/06/2013 13:23
    Ogni notte si riflette sue cose fatte... bel dialogo con la luna...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0