username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Edison

Amico mio caro, tu devi tutto allo scienziato, e perbacco alla scienza.
Il filino di Tungsteno che ti fa vivere le emozionanti escalation di colori, a lui devi la tua vita.

A noi la tua ingombrante malvagita'.
Finche' all'orizzonte non c'e' nessuno ci regali il colore della speranza

Zacchete quando si avvicina la berlina fai scattare la lampadina e se il rosso non rispetti, tanto tanto ci rimetti.

Caro semaforo sei rovinato indovina dove ti ho ubicato

Accanto a poppea dentro il capannone del'IKEA.

Ah ah! Che ridere mi fai, abituato a vederti all'angolo di via de Calzolai.

 

0
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • Bruno Briasco il 08/06/2011 14:07
    ironica e divertente, simpatico esordio
  • Salvatore Ferranti il 16/10/2009 12:55
    divertente
  • Anonimo il 28/07/2009 00:45
    surreale metafisico direi...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0