PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il sogno, l'ardore e il segno

Se il pensier vile mi appartiene
e l'empia e superba scorza ricopre
la parola detta
Se le nubi trattengono l'acquosa
rabbia di mille vane immagini
Se il negativo
orrore è un contatto annerito
o una foglia che non vola più

Non è inutile memoria
possedere o usare un nome
per dire l'impossibile
quando l'eccesso è una rima malgradita
che risparmia la luce oscura
degli abissi
ma salva l'innocente privilegio
di volontari e lieti errori

Scrive la natura il dramma
che la fortuna colora
di solitario argento
affinché non dispiaccia poi
il sogno, l'ardore e il segno.

 

l'autore roberto caterina ha riportato queste note sull'opera

Pensando allo speciale plenilunio di stanotte 22 giugno 2013..


1
1 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 22/06/2013 13:56
    Molto musicale e delicata.
  • Don Pompeo Mongiello il 22/06/2013 12:13
    Un serto di lauro per si tal opera eccelsa.
  • Vincenzo Capitanucci il 22/06/2013 09:35
    Il segno è l'unione fra significante e significato... Saussure.. sussurra... che la parola come una dea eterna... porta in sé... l'ardore del sogno..

    Splendida... pensavo ad un altro... pediluvio... di luna lol..

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0