PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Chi soffre rompe

Marionette scarlatte,
screziate, ben fatte,
si dimenano rarefatte.
Maschere colorate, buttate
lungo strade costruite
senza un avvenire,
tanto per dire.
Perché ci vogliono i soldi
e i soldi sono stati mangiati
da bocche voraci
che tutto si sono fagocitate
anche i sogni dei viandanti,
anche gli spiccioli dei mendicanti.
Solo irriverenti immagini
raccolgono lacrime
dentro secchi di sterco.
A nessuno serve chi soffre
anzi, diciamocelo tra noi,
chi soffre un po' rompe
e chi rompe non è divertente
e del suo dolore alfin
non ce ne frega niente.
Marionette scarlatte,
screziate, ben fatte
si dimenano rarefatte.

 

2
6 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 26/06/2013 12:19
    ottima filastrocca... che narra di un tema importantissimo... grandissima zia!!!
  • Raffaele Arena il 25/06/2013 21:32
    La rappresentazione della fiera della vanità: sempre in ordine, col sorriso, all'ultimo concerto, nel ristorante in, in questo terrificante luna park, dove, mi pare, sempre di più l'uomo si rompe, e rompe a chi non ha sensibilità. Perchè se è rotto comunque è la testimonianza di un nostro errore, di una fragilità che anche noi abbiamo, a meno che non siamo fatti di materia plastica o meccanica. Che il mondo gira secondo diverse filosofie, umanistiche, meccaniche, astrofisiche, e queste si incrociano in una raltà che tu rappresenti in modo esatto, con ritmo implacabile, con maestria di immagini. Una poesia immensa.
  • Anonimo il 23/06/2013 22:53
    ... far sapere al bene cos'e' il male e' estremamente difficile.
    .. direi realistico.
    Bella lirica. brava
  • ciro giordano il 23/06/2013 22:41
    E'vero quello che dici... chi soffre rompe, perchè mostra alle marionette scarlatte, ben fatte, l'altra faccia della medaglia della vita, quella che hanno poverini anche loro, dentro loro stessi, e che non vogliono vedere... arguta questa tua, ed anche divertente

6 commenti:

  • silvia leuzzi il 25/06/2013 21:55
    Fabio perdonami ho dimenticato di ringraziarti per la tua stima che mi gratifica immensamente
  • silvia leuzzi il 25/06/2013 21:53
    Mamma mia Raffaele che recensione, sono a dir poco commossa. Mi piace tantissimo come hai dipanato il filo emotivo, che di fatto ci avvolge e ci strozza. Grazie, grazie davvero Silvia
  • stella luce il 24/06/2013 17:07
    versi che alla lettura paino divertenti ma che trattano una forte ed orrenda verità... nella nostra società il debole, chi soffre rompe... segno di una vero egoismo globale
  • Gianni Spadavecchia il 24/06/2013 13:24
    A nessuno serve chi soffre
    anzi, diciamocelo tra noi,
    chi soffre un po' rompe
    e chi rompe non è divertente
    e del suo dolore alfin
    non ce ne frega niente.
    Parte migliore, piaciuta.
  • Fabio Magris il 23/06/2013 23:14
    Per me queste tue sono dei veri capolavori. Più realisti dei quadri realistici. Tristi immagini del nostro tempo. Povere marionette scarlatte. Addirittura non divertono più i ricchi che, poverini, provano seccatura per tale atteggiamento.
    Sei straordinaria coi tuoi versi
  • silvia leuzzi il 23/06/2013 22:43
    grazie Ciro sei sempre molto arguto e presente. Un salutone a rileggerci

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0