PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Voi non potete ricordare

Voi non potete ricordare
le Vostre anime sono troppo giovani
ma una volta il mondo
in una epoca chiamata dai giardinieri dello spazio

epoca d'oro

il mondo non era così villano come oggi

Gli abitanti
abitavano piccoli villaggi

- le città non esistevano o erano già scomparse in quei frequenti cicli che sconvolgono il mondo -

si nutrivano
di acqua e di luce
ed i sali minerali
li coglievano dai frutti delle piante

degli animali
avevano conservato
nei loro sensi
l'istinto

fiutavano
a distanza
i pericoli della vita

nelle stanze dei loro pensieri danzavano adornando il cielo di nuove stelle

i loro dei vivevano insieme a loro ed avevano sembianze scimmiesche

Voi non potete ricordare
perché questo è avvenuto soltanto nella mente di un vecchio babbuino sognante

che si era nutrito per troppo tempo di pupe di farfalla mescolandole con semi di grossi papaveri

ma al risveglio di questo sogno si trovò mutato in sembianze d'uomo e fu l'inizio di una strana danza intorno ad un misterioso fuoco

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Probabilmente una necessità chiama un desiderio... il desiderio un sogno... ed il sogno provoca un mutamento...


5
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 26/06/2013 18:29
    Mi accoro al coro ed aggiungo i miei più vivi complimenti!
  • Nicola Lo Conte il 26/06/2013 16:28
    Triste rimembrare di quando, nella semplicità, si viveva secondo natura.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/06/2013 15:13
    Felice pomeriggio Vincè...
  • Anonimo il 26/06/2013 15:05
    E invece di nutrirsi di semi di papaveri e cartine, intorno al fuoco, iniziò a farsi le canne, ma voi non potete ricordarlo perché siete ancora sotto l'effetto piretrico della spirulina.
    Vincè sei un mago!

3 commenti:

  • Nicola Saracino il 26/06/2013 18:55
    La storia di centomila anni in due minuti di favola e un'eternita' di poesia.
  • karen tognini il 26/06/2013 18:37
    il mondo non era così villano come oggi


    Gia' gia' gia' !!!
  • Rocco Michele LETTINI il 26/06/2013 15:12
    Vince' tutto è un incanto...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0