PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il balzo dell'uomo statico

Molti
se non accorciano di proposito la loro vita non fanno niente per allungarla in nessun modo

ormai la conoscono

sotto tutti i suoi aspetti
e
se non trovarono la via d'un dentro non fu veramente colpa loro ci misero tutto il loro entusiasmo

la conoscono anche attraverso tutti i libri che ha scritto guidando la mano di molti meravigliosi scrittori

in cui ha cercato di balzare più in alto di sé stessa

Ora m'alzo dalla sedia pensando a tutto quello che perdo nel duplice movimento di alzarmi dalla sedia per andare a guardare fuori dalla finestra

 

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Per Salvatore L. statico e non stitico o forse si... lol..


4
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 28/06/2013 23:30
    le persone statiche non vedranno mai a fondo il fondo del bicchiere. non vivranno mai a fondo la vita
  • Anonimo il 27/06/2013 11:36
    Staticità e stitichezza vanno di pari passo. Non per nulla i medici prescrivono il movimento contro la stitichezza. Ora, per analogia, anche la stitichezza mentale si combatte col movimento cerebrale fatto sui libri e sugli squilibri del pensiero, al di sopra del normale pensiero.
    Ovviamente, questa sarebbe la terapia, ma dipende s'è solo la tua o anche la mia... allora andiamo avanti non solo di poesia e di pazzia, ma anche di vita e d'esistenza, ché anch'essa aiuta colui che pensa.
    Vincè, un argomento aperto a mille considerazioni con sbocchi in varie direzioni... ma sempre proiettato all'emozione dell'ulteriore.

3 commenti:

  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 27/06/2013 11:45
    eppur... bisogna muoversi, pensare, guardare, fare, scrivere... Spesso la vita ci appare finita ma volendo, c'è sempre tanto da scoprire.
  • Anonimo il 27/06/2013 08:13
    anch'io credo sia un incitamento... comunque bella e sentita...
    ad una persona dalle mille sfaccettature... sicuramente non tutte venute fuori...
  • Antonio Garganese il 27/06/2013 06:21
    In stile pieno di fantasia, ci leggo un invito ad andare oltre, a vivere pienamente ogni piccola emozione con trasporto. Anche gli aspetti apparentemente meno significativi possono avere la loro importanza ed essere degni di attenzione. Un invito alla dinamicità... mentale. Piaciuta.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0