PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Bacarozzo

Bacarozzo tutto nero
sei scuro come il mio pensiero,
che si rintana nella mente
e no lascia spazio a niente.
Bacarozzo sfortunato
sei da tutti maltrattato,
perchè puzzi e sei sporco,
ma che colpa tu hai avuto
se così sei nato e cresciuto.

 

4
2 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 01/07/2013 23:10
    ci vedo un intensa riflessione sul tema dell'amare il diverso.. e rispettare i colori e la natura di ogni uomo e animale
  • Anonimo il 27/06/2013 12:37
    Ma tu guarda quanto riesce a far parlare sto bacarozzo!
    Annarita, la tua specialità sono le poesie zoologiche. A quando una sull'orango?
    Bravissima signora Pinco e pallo.
  • Auro Lezzi il 27/06/2013 10:19
    Io scrissi vermi.. Il concetto è lo stesso... viva la natura SEMPRE...
  • Francesca Pellizzi il 27/06/2013 09:08
    Problema odierno... Potrebbe adattarsi ha tantissime tematiche quali;il bullismo, il razzismo, l'anoressia, la bulimia, l'etilismo e ancora semplicemente ad uno stato d'animo che non dovrebbe esistere, nasce inconsciamente nella nostra anima. La colpa? Di chi vede negli altri sempre sempre il marcio. Ritmo incalzante
  • Anonimo il 27/06/2013 08:44
    Hai centrato un mio problema irrisolto: quello degli esseri che, senza loro colpa, per colpa invece, spesso, degli altri esistono ma tu non puoi lasciare in vita perchè devi per forza difenderti da loro... Ben diverso, grazie a Dio, il discorso quando disprezzati siano esseri che invece meriterebbero rispetto e amore. Allora chiara e profondamente indegna è la fonte umana -disumana!- di quell'ingiusto, vergognoso -per chi lo generi- dolore. Ma, in fondo, sempre è una sola la fonte della sofferenza, anche quando non sia immediatamente evidente: il male tutto del mondo, il cattivo uso del gran dono della libertà.
    Grazie, Anna Rita, per avermi fatto tanto riflettere. Se a proposito o sproposito, non so.
  • Vincenzo Capitanucci il 27/06/2013 07:34
    Uno splendido pensiero... che dovremmo sempre tenere a mente... AnnaRita... quando s'incontra una persona diciamo..."rozza"
    ed inoltre quanti nostri pensieri sono anche loro rozzi... ma che poi per buon-gusto... non traduciamo in parole...
    oltre a questo.. un ottimo ritmo...

2 commenti:

  • Alessandro il 28/06/2013 21:33
    Quasi una filastrocca dai toni kafkiani. Bella davvero
  • Anonimo il 27/06/2013 07:19
    embhè gia, mica è colpa sua!!... simpatica come sempre

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0