username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Bui toni ( questa piccola poesia sarà inserita prossimamente in un bacio perugina )

- Ossi e non ossi
occhi ridotti e smossi

Fossi a ridossi

(haiku d'ouverture e se chiudevo qui la poesia era mille volte meglio )-

Se sollevi le braccia della storia

-non Te lo consiglio Amico mio "inside man " anche se ridere fa bene ad un cuore matto le Tue scheletriche ossa non troveranno traccia in queste poche righe del soffio vitale dell'uomo "Atman" neanche entrando di soppiatto nel bar "di Manhattan trust "dai vudù diamantiferi ebraici ed alla piccola alienata italy dei little toni e dai mille padrini -

vi troverai un fetido odore come quello di feti mai nati e di fallaci aborti di coscienza di un uomo preistorico che non si è mai lavato le sue greche ascelle di terribile lucertola da platonico tempo

fino a quando divenuto medico mendico non vinse un viaggio farmaceutico alle isole Sei celle ingabbiandoti nell'acquisto di un antibiotico dalle proprietà miracolose solo per chi lo produce per chi lo promuove e per chi lo vende

lì cadde in paradisiache "panaceiche" acetose acque e si pulì del tutto anche della sua più profonda irrespirabile cecità

un giorno mi disse un Amico proprio qui su questo poetico sito
non ho ancora capito se sei scemo o se lo fai

- il mistero agli occhi miei su palpebre di pergamena ancora permane -

quando gli parlai che la mia negritudine trovò un volto fra le spine bianche del cotone mentre a due passi da lì i bisonti primitivi dipinti da un Picasso con mani da Carabina Winchester

-è anche la pazzia di un abbazia che aveva perso in un labirinto della via la sua gallica birichina zia -

finirono divenendo tori seduti confinati in una palude paludosa sotto una lampadina di bombe accesa a Guernica

la caccia al rosso di pelle alle streghe al rosso malpelo ed al rosso di rivoluzionaria coscienza torno in una Europa dove tutto era nato

in un baffetto stanco di una stella di Davide troppo avida e ricca sia d'ingegno sia di monopolizzati soldi pensando di liofilizzarla in freddi campi di concentramenti e sublimarla in crematori forni in bolle di sapone con la complicità di una coppa di disgustoso champagne francese e l'occhio di un vaticano - timoroso dell'ateo fino a diventare assassino - dalle dita incrociate

12

l'autore Vincenzo Capitanucci ha riportato queste note sull'opera

Quando si vuole uccidere un uomo bisogna colpirlo al cuore, e un Winchester è l'arma più adatta.(rivolto all'"uomo senza nome" Per un pugno di dollari)lo puoi stendere anche con 2 parole di calibro9/8


3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 30/06/2013 19:42
    L'ECCELSO PER HOBBY... IL SUBLIME PER CRUCCIO... LODEVOLE
  • LIAN99 il 30/06/2013 10:25

3 commenti:

  • Anonimo il 30/06/2013 13:41
    barabba al posto del Padre... de profundis capolavoro scritto in una angusta prigione... la tua poesia eventi in versi pregevoli... bravo come sempre...
  • Anonimo il 30/06/2013 13:31
    Pietà dei..."piccoli", quando scrivi, Vincenzo! Loro non ce la fanno a non leggerti, ma poi, spesso, ... entrano in profonda crisi intellettuale, invasi come si scoprono da infiniti punti interrogativi!!!
  • karen tognini il 30/06/2013 09:00
    Il solito geniaccio... la cerchero' nei baci Perugina...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0