username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

La pelle

Notti passate
ad esplorar la pelle
come se fosse
la parete di un cielo

Sotto pulsano pianeti
stelle
fiumi di luce
ed angoli bui

Se toccandoci
senza afferrarci
sentiremo qualcosa parlare

 

0
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 01/07/2013 21:51
    La pelle è il tracciato del desiderio. COmplimenti per questi tuoi versi toccanti ed evocativi.
  • Anonimo il 30/06/2013 18:03
    Il tempo trascorso è immenso come la grandezza dello spazio e si scoprono punti sensibili che suscitano amore... Ho dato spazio alla mia immaginazione... forse, troppo? Belle sensazioni!
  • Anonimo il 30/06/2013 15:53
    Far parlare il corpo, nostro e altrui... Grande, preziosa scienza. A servizio dell'amore e, prima ancora, del nostro benessere globale.

3 commenti:

  • ciro giordano il 01/07/2013 23:17
    grazie nico
  • ciro giordano il 30/06/2013 22:04
    ma no Annetta, ognuno trova nella poesia quello che cerca, e la tua interpretazione è quella di cui avevi bisogno... ringrazio tutti voi con tutto il cuore
  • marcello moiso il 30/06/2013 18:54
    Mi piace quest'idea.. di contenere l'universo intero.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0