username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ed è quasi ieri

Il vento accarezzava dolcemente
fianchi alle campane,
complice il campanile
fingeva di non vedere.
Il cielo stendeva sulle case
veli azzurri
e rimuoveva le ultime ombre
attardate nei vicoli.

Un canto di madre
in lontananza
sferzava la pigrizia
indugiante
nel tepore notturno
di percalle.

I bimbi a malincuore
si svegliavano,
abbandonando i familiari luoghi
dell'inconscio,
dove esorcizzavano
le giovani paure.

I vecchi depennavano
ancora un giorno al calendario
quasi a sfidare il tempo
temuto.

Si annunciava
un giorno come tanti.
Era oggi,
ed è quasi ieri.

 

3
7 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • VINCENZO ROCCIOLO il 12/11/2013 14:46
    Trovo il tuo verseggiare molto simile al mio, cara Anna, e questa poesia, col suo carico di malinconia e di nostalgia, ne è l'esempio più forte. Le tue descrizioni di paesaggi e di sentimenti mi fanno entrare in un mondo che è il tuo e anche il mio, e questo perché oggi è oggi... ma è quasi ieri!!! Un abbraccio!!!
  • silvia leuzzi il 23/08/2013 17:34
    Bella, sublime e piacevole, te l'hanno detto amica mia, io vorrei trasmetterti quel che di intenso hai suscitato tra le mie corde emotive. Il vento, quella strana sensazione di perdersi che mette l'ansia ma che piace... il vento che porta il tempo avanti ed indietro. Poi la snocciolata di immagini come se avessimo tirato fuori le foto della nostra vita e facciamo un bilancio e traiamo delle conclusioni. Tale è la chiusa, che ci rafforza sull'attimo facendoci dimenticare il tempo.
    Non lo so mia buona amica se ho detto tremende scempiaggini e se le reputi tali, accetta le mie umili scuse, ma questo mi ha ispirato la tua poesia. È un commento o una recensione? non so è un pensiero da condividere con l'animo tuo. Ciao Silvia
  • Don Pompeo Mongiello il 23/07/2013 14:01
    Bel verseggiar dolce eppur efficace. I miei più vivi complimenti!
  • Anonimo il 07/07/2013 15:49
    piacevole poesia, intrinsa di ricordi, come se volessi descrivere immagini lontane, della tua infanzia, questo è quello che mi ha trasmesso... molto bella davvero
  • Antonio Garganese il 07/07/2013 09:47
    Bella poesia, intima, con immagini originali di vita semplice. Il giorno sembra sempre come tanti ma resta unico per cui meglio prenderselo e viverlo. Un saluto.

7 commenti:

  • Anonimo il 10/09/2013 20:12
    Testo molto profondo e significativo. Apprezzato nell'emblematico contenuto introspettivo. Complimenti!
  • augusto villa il 08/09/2013 17:37
    Una bella poesia... ma se t-interessa una critica sincera... taglierei di netto ^abbandonando i familiari luoghi
    dell'inconscio, dove esorcizzavano le giovani paure.^
    Oddio... nulla di che... ma senza quei versi... diventerebbe piu poesia... Sempre secondo i miei gusti... ovviamente... e non e detto che siano buoni... ----
  • Alessandro il 07/07/2013 20:42
    Nel pieno della transazione tra un giorno e l'altro, un ritratto d'atmosfera con apprezzabili particolari.
  • Anonimo il 07/07/2013 18:15
    Immagini che ricreano un vissuto. Molto bella, specie la chiusa.
  • loretta margherita citarei il 07/07/2013 18:06
    uncantevole sempre bravissima
  • Rocco Michele LETTINI il 07/07/2013 10:53
    UNA SUBLIME SEQUELA PREGNA DI RIFLESSIONI DILIGENTEMENTE LASCIATE...
  • giuseppe gianpaolo casarini il 07/07/2013 07:48
    Decisamente bella per immagini e sentimenti in scorrevoli versi..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0