accedi   |   crea nuovo account

Un amico

Negli abissi del più cupo sentire
puoi chiedere la mano ad un amico
che possa varcare anche i confini
della tua solitudine
dove i boschi profuman di lentischi
e
l'anima ha sempre un fiore in mano.
Due volti vicini
due passi assorti
più avanti l'uno
nell'armonia
come le note nel flauto.
Restano grandi le parole già dette
profili di querce secolari
ed i sorrisi
sono luci
di specchi dorati.
Nei silenzi resta
il miracolo della parola
di un amico
pronto a nuovi compiti
senza raccogliere diplomi
o corone
bastano gli occhi.
Sul tuo cuore
corrente d'aria
che vola tra
dita immense
stretti.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 07/07/2013 15:30
    una poesia sull'amicizia romantica, quasi coe una poesia d'amore... del resto il confine tra amore ed amicizia è quanto mai labile... bentornata ninetta
  • Rocco Michele LETTINI il 07/07/2013 14:50
    UN AMICO... IL FIORE DELLA VITA... DA NON RECIDERE PER LA BELTA'... MA COLTIVARLO PER LA BONTA'... UNA LODEVOLE SEQUELA...

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0