PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

A l'augell

Apro le mani
alzandole
a lo cielo,
de li augelli
ne l'una e ne l'altra
se avvicinano,
niente trovando
fanno la cacca
e volano via,
ed io rimango
come uno spaventa passero
con tanto
de mrd
e dico pure
Amen.

 

1
0 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • loretta margherita citarei il 07/07/2013 20:52
    se rimani de mrd, apprezzatissima, ma quella degli uccelli è cacca santa
  • Anonimo il 07/07/2013 20:06
    Una lirica che fa riflettere, una metafora molto pregevole. Complimenti.

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0