accedi   |   crea nuovo account

Monastero

Il mio corpo è un monastero
L'anima una folla di miscredenti

A volte dalle sue fessure
Una farfalla entra
Per pregare

La sua vita è fragile
Come le sue ali

Il mio corpo è un monastero
L'anima un dolore
Che mi assale

Quando la farfalla
Ha già smesso
Di pregare.

 

6
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/07/2013 17:47
    Tanto difficilmente metteremo d'accordo le due cose, ma forse è proprio da questo che viene la nostra crescita.
    Piaciuta Vincè!
  • ciro giordano il 08/07/2013 21:46
    sono davvero colpito dalla bellezza, mistica e dolorosa, di questi versi.. complimenti
  • LIAN99 il 08/07/2013 10:21
    Bella e particolare questa poesia che rilegge in chiave lirica la dicotomia anima-corpo. Belli le immagini poetiche e l'andamento ritmico.
  • Anonimo il 08/07/2013 09:16
    Non c'è per Dio -non dovrebbe esserci per ognuno di noi- <chiesa> più autentica e viva del nostro <Io>.

3 commenti:

  • Nico Posillipo il 01/08/2013 00:00
    inftti questa poesia è da analizzare ed interpretare bella
  • Anonimo il 08/07/2013 10:01
    Profonda e sentita Vicent.
    Sono d'accordo con il commento di Vera.
  • Anonimo il 08/07/2013 08:55
    particolare lirica, ma secondo me piena di significato, mi è piaciuta molto, bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0