PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Declino

Solfeggi del vento
t'increspano il crine,
destandoti a stento.
Sei cinta di spine
sui fiori di cardo.

La quiete silvestre
non monda il tuo sguardo,
quegli occhi sí assorti
che paion finestre
sul regno dei morti.

Coltivi incurante
insane passioni,
dolori nascosti.
O vuoto sembiante,
non sei quel che fosti.

Non smorza tue ustioni
il fresco che scende
né il ciel ti ristora:
non scorge l'aurora
quel capo che pende.

 

11
18 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 18/07/2013 00:09
    Solfeggi del vento quel capo che pende. Sono sufficienti questi due versi per dire che la poesia è meravigliosa!
  • Anonimo il 12/07/2013 12:24
    tante esse come spilli e spine... piaciuta!
  • Anonimo il 11/07/2013 17:32
    Un declino meravigliosamente espresso che, non necessariamente, è legato all'età. Molti sono in declino ancor prima di cominciare ad invecchiare!
  • Raffaele Arena il 11/07/2013 12:54
    Visione altamente drammatica, nera, di grande forza, versi con padronanza di uso lessicale non banale. Bella.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/07/2013 19:41
    NESSUNO COME TE... STILE POETICO... VERSI CORPOSI... EMOZIONI SGUSCIANTI...

18 commenti:

  • Ugo Mastrogiovanni il 27/07/2013 14:58
    Versi di grande emozione, dolcissimi e dal fascino delicato.
  • Don Pompeo Mongiello il 27/07/2013 10:33
    Mi accoro al coro ed aggiungo i miei complimenti.
  • Anonimo il 19/07/2013 20:03
    Un metaforico DECLINO che, scivolando nell'anima, si impadronisce di ogni respiro, necessario per vivere come si vorrebbe. Piaciuta molto!
  • Anonimo il 17/07/2013 10:17
    Non rientra nei miei gusti, ma riconosco, al di là del tema trattato, una certa abilità poetica.
    Dico sempre quello che penso.
  • stella luce il 17/07/2013 08:33
    Versi molto sentiti... sei bravissimo!!!
  • silvia leuzzi il 15/07/2013 09:45
    Icastica, onirica molto intrigante e accattivante. Bravo Alessandro ma questa è cosa nota e non sono assolutamente originale un baciotto
  • augusto villa il 14/07/2013 22:18
    Complimenti, Alessandro... Per le rime... per la struttura... Per come dipingi certe immagini... Insomma... bravo! ---
  • Anonimo il 12/07/2013 07:04
    Ottima questa tua... complimenti
  • Gianni Spadavecchia il 12/07/2013 06:22
    Un declino che si riempie di nero e di pura tristezza.
    Bei versi, scritti molto bene(come sempre).
  • Mara il 10/07/2013 05:49
    Bellissima, da brividi lungo la schiena!!!
  • Anonimo il 09/07/2013 19:56
    Riesco a dirti solo... che sei veramente bravo Alessandro.
  • augusta il 09/07/2013 14:25
    sempre bravo... 1 beso
  • ciro giordano il 08/07/2013 22:15
    da davvero il senso del declino e dell'abbandono.. bella
  • Andrea il 08/07/2013 18:16
    qui siamo veramente a livelli altissimi Alessandro. Complimenti sentitissimi ancora una volta.
  • Anonimo il 08/07/2013 14:35
    sei elegante e rispetti gli schemi senza perdere espressività... considerando anche che sei molto giovane... complimenti!!!!
  • Anonimo il 08/07/2013 11:14
    Rime sapienti per una lirica davvero notevole. Complimenti.
  • Elisabetta Fabrini il 08/07/2013 11:12
    Tu hai una marcia in più... Bravissimo!!
  • Anonimo il 08/07/2013 11:05
    immagini bellissime che rendono quasi visibile questo velo di tristezza che con maestria hai saputo regalarci sempre bravo ale complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0