username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Ansia

Staje areto a me,
pronta a me tuzzulià
quanno me ne aggia ì a cuccà.

Ansia
scinnema a cuollo
mi sta venendo ò torcicoll.


-----------------------------
Lettura

Stai aret a me
pronta a me tuzziulà
quann me n aggia ij a cuccà.

Ansia
scinemma a cuoll
Me sta venenenn o torcicoll.
-----------------------------------

Traduzione
Stai dietro di me
pronta a toccarmi(per richiamare la tua attenzione)
quando devo andare a dormire.

Ansia
scendimi di dosso
mi sta venendo il torcicollo.

 

3
3 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • sılɐɹʇsnɐ snɐʞ il 29/08/2013 21:22
    Veramente un bel lavoro, fatto in modo che qualsiasi lettore possa capire il testo in vernacolo; cosa che se lasciata originale porterebbe, se non compreso, all'abbandono...
    Preciso e meticoloso persino nell'offrire la pronuncia!
  • Salvatore Masullo il 27/07/2013 16:44
    Simpatici versi in vernacolo con immagini ben evocate. Piaciuta!
  • Anonimo il 08/07/2013 21:54
    Mai potrò stancarmi di leggere poesie in dialetto: sono le più belle, sempre. Quelle in napoletano poi!... Grazie, Salvatore.
  • Anonimo il 08/07/2013 20:27
    Un gradevole vernacolo per descrivere una sensazione tremenda come quella che solo l'ansia sa provocare. Complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 08/07/2013 20:15
    VERNACOLO E TEMA MIRABILMENTE AFFRONTATI...
  • stella luce il 08/07/2013 18:55
    A chi lo dici... brutta amica l'ansia

3 commenti:

  • Nico Posillipo il 14/07/2013 17:48
    la tipica ansia che ti tormenta prima e t ij a cuccà , bella salvatò
  • Anonimo il 09/07/2013 22:25
    tremenda l'ansia anche in dialetto. bravo
  • SalvatoreCierro il 08/07/2013 22:52
    grazie a tutti per i bei commenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0